“Samara Challenge”, un altro “gioco macabro”, che sta creando caos e psicosi

La madre dei cretini è sempre incinta“, recita un detto popolare. Tale adagio ben si adatta a descrivere cosa sta accadendo ai giovani che si lasciano irretire  dai “giochi di internet”, INCENTRATI SULL’HORROR E SULL’OCCULTISMO. Si chiamaSamara Challenge, la nuova sfida che sta spopolando tra i giovanissimi in rete. UN’ALTRA AMERICANATA MACABRA, IN STILE HALLOWEEN, che consiste nello spaventare il maggior numero di persone possibili passeggiando di notte per le strade della città indossando letteralmente i panni della bambina indemoniata, Samara Morgan, resa famosa dalla saga cinematografica horror “The Ring“.samara-morgan-the-ring
Da Roma a Lamezia Terme sono stati avvistati numerosi “cloni” della Samara indemoniata. Resa famosa dal remake statunitense della pellicola di Hideo Nakata del 1998, la bambina che ha il potere di spaventare a morte chiunque guardi una videocassetta, si è contraddistinta nell’immaginario collettivo a causa del suo LOOK DA FANTASMA KILLER: camicia da notte bianca, capelli lunghi neri che coprono il volto ed immancabile coltellaccio tra le mani, compongono l’inquietante outfit della bambina-non morta che si alimenta nutrendosi della sola paura della vittima designata.
In questi ultimi giorni sono stati innumerevoli gli avvistamenti di Samara in giro per diverse località italiane: tutti ovviamente immortalati con smartphone e fotocamere e postati sui principali social network, Twitter e Facebook in primis. Inutile dire che questa ‘sfida di internet’ all’insegna del macabro e del ‘fare a gara’ a chi incute più paura alla gente, ha causato incidenti, con conseguenze più o meno gravi che vanno da malori causati dallo choc ad autentici pestaggi dell’irresponsabile di turno. Moltissime le segnalazioni alle forze dell’ordine.

Torre del Greco, per esempio, la Samara partenopea ha scatenato il panico tra i passanti estraendo un coltello rivelatosi poi finto, ma nel buio il coltello ha scatenato il panico comunque- e se fosse stato il travestimento di un criminale che faceva sul serio, approfittandosi del “Samara Challenge”?

San Basilio, Roma, un’aspirante Samara è stata colpita con un calcio in faccia da un gruppo di ragazzi che avevano intimato alla giovane di allontanarsi e di lasciarli in pace.
In provincia di Messina un anziano ha accusato un malore per lo spavento, mentre sempre nella Capitale una ragazza è caduta mentre fuggiva via spaventata dall’apparizione della RAGAZZA- FANTASMA COL COLTELLO IN MANO: la vittima dello spavento ha mostrato sui social network le ferite riportate a seguito dell’inquietante incontro, per fortuna di lieve entità…samara morgan the ring
Un gioco diabolico e rischioso, che SEMBRA INVENTATO APPOSTA PER CREARE IL CAOS: ha allarmato anche un gruppo di mamme nel lametino, che non ha celato ansia e preoccupazione per i propri figli, siano essi autori o vittime dello scherzo.

Le forze dell’ordine, purtroppo, non riescono ad arginare tale ‘moda’, nonostante le numerose segnalazioni.

Come riuscire, dunque, a tenere a bada questa INSANA SMANIA di apparire sul web, anche a costo della propria ed altrui incolumità?

TELEFONATE SUBITO AI CARABINIERI  PER AVVISARE, SE VEDETE UNA DI QUESTE “RAGAZZE VESTITE DA FANTASMA SAMARA”, CHE SI AGGIRANO DI NOTTE, affinchè vengano fermate PER DISTURBO DELLA QUIETE PUBBLICA ed AFFINCHE’ I LORO GENITORI SI ASSUMANO LA RESPONSABILITA’ DI INSEGNARE AI PROPRI FIGLI A NON ESSERE DIPENDENTI DA INTERNET E A NON FARE DEL MALE AL PROSSIMO, mettendo a rischio anche la propria incolumità!  Questa insensata sfida deve finire, prima che accadano atti di violenza devastanti o malori e psicosi a bambini, persone anziane e donne incinte, cosa che è già avvenuta ad una donna incinta della provincia di NapoliAd Afragola in provincia di Napoli, un branco di ragazzi che non ha gradito lo scherzo ha aggredito la ragazza vestita da Samara e solo l’intervento della polizia ha evitato il peggio. In alcuni casi, come avvenuto a Catania, il personaggio ha anche utilizzato un coltello per spaventare i passanti. L’utilizzo del fendente, per gioco o meno, è un segnale molto grave: oltre al rischio legale in quanto trattasi di reato di procurato allarme, vi è anche il rischio che qualche malintenzionato possa utilizzare il travestimento per compiere dei veri crimini.  «È un delirio irrazionale che va immediatamente fermato» chiede in una nota indirizzata alle forze dell’ordine, il Consigliere Regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli.  Il sindaco di Apricena (Foggia) ha invitato a DENUNCIARE subito, in caso di avvistamento notturno del “personaggio Samara”- Genitori allarmati su Facebook: ” Fate attenzione- scrivono – questa stupida caccia a ‘Samara’ sta assumendo contorni preoccupanti. Orde di ragazzini si aggirano armati di mazze di ferro con atteggiamenti pericolosi”.

Grazie alle telefonate dei cittadini di CIVITANOVA MARCHE, che hanno avvisato i Carabinieri appena hanno visto passare la persona “travestita da Samara”, si sono evitate risse e violenze di baby gang che vanno in giro per picchiare le ‘Samara’ e si stavano già organizzando tramite i social: tutti arrestati.  https://www.cronachemaceratesi.it/2019/09/04/samara-challenge-a-civitanova-arrivano-polizia-e-carabinieri/1294611/

AVVISO CODACONS:

Samara Challenge: una moda che configura veri e propri reati

Si tratta di una “moda” che, spiega il presidente Codacons Carlo Rienzi, “configura dei veri e propri reati e appare estremamente pericolosa. Si va dal procurato allarme – considerato che spesso queste apparizioni obbligano le forze dell’ordine ad intervenire su richiesta dei cittadini spaventati – alla molestia e alla violenza privata, passando per il blocco stradale laddove si creino problemi di traffico a seguito degli avvistamenti”. Senza contare, prosegue Rienzi, che “chi gira travestito rischia di essere aggredito dai passanti e subire serie lesioni fisiche’.

Da qui l’invito alle forze dell’ordine ad “identificare chi gira per la capitale travestito da Samara e denunciare i responsabili in Procura, affinché siano perseguiti penalmente per i danni e i pericoli anche potenziali prodotti alla collettività”.  https://www.studiocataldi.it/articoli/35791-samara-challenge-codacons-nuova-moda-configura-reati-da-denunciare.asp?fbclid=IwAR1dW6emM4N4Fwqwip_-3PXKVVn1W08QL0bjPM45UzHKiJyoxQ1WdKZZ71Y

I governi occidentali “progressisti” hanno in maggioranza voluto togliere DIO dalla società e dagli insegnamenti scolastici e questi sono i risultati: le nuove generazioni non hanno coscienza del Bene e del male, tutto è “relativo” al  proprio capriccio, la violenza sul prossimo alimenta il gusto sadico di “sentirsi qualcuno”, postando i propri atti di bullismo sul proprio profilo social, come fosse qualcosa di cui andare fieri…I giovani non hanno personalità definite e proprie, ma seguono in massa gli inganni del web! LA COLPA E’ DI QUESTA “NON CULTURA” LAICISTA E FALSAMENTE PROGRESSISTA, che ha voluto mettere “l’uomo al centro dell’universo”, come ‘dio di se stesso’, è un falso umanesimo: senza princìpi cristiani, senza valori morali radicati nel proprio DNA, il tanto declamato “progresso” si sta rivelando un perverso regresso, un autogol per l’umanità intera.

GESU’: “SENZA DI ME, NON POTETE FARE NULLA”- Preghiamo affinchè i genitori sappiano trasmettere ideali costruttivi ai propri figli, invogliandoli ad andare controcorrente rispetto alle “mode distruttive”,  che vogliono ridurli tutti come zombi, solo “perfetti schiavi del marketing”…la vite e i tralci_16k3ivr2