Testimone: membri della gang criminale MS-13 commettono sacrifici rituali satanici di adolescenti sequestrate in USA

Due membri della gang criminale MS-13, immigrati illegali  da El Salvador, che avevano un tempio satanico nel loro appartamento di Houston (Texas), sono accusati dell’omicidio  di un’ adolescente e del rapimento di un’ altra: questo hanno detto le autorità  dei pubblici ministeri e della polizia. Gli investigatori italiani ricordano che, come per l’Fbi,  MS-13 sia la più pericolosa banda di strada, con cinquantamila membri nel Centro America, diecimila negli Usa e centomila nel mondo.

Il capobanda Miguel Angel Alvarez-Flores, 22 anni, che si fa chiamare ‘Diabolico’ e il 18enne Diego Alexan Hernandez-Rivera sono stati arrestati e sono comparsi davanti al tribunale di Houston Mercoledì 1 marzo 2017 con l’accusa di sequestro aggravato di persona e omicidio. I due accusati, membri della gang MS-13,  ridevano e salutavano in tribunale, per nulla pentiti degli omicidi e stupri commessi. 

I procuratori hanno affermato che i due hanno rapito una ragazza di 14 anni, all’uscita di scuola, il 2 febbraio 2017, tenendola prigioniera in un appartamento dove è stata violentata da un membro della banda. La ragazza ha testimoniato che, dopo 4 giorni,  è stata portata in un appartamento diverso, dove sei membri della banda convivevano: in questo appartamento Flores detto Diabolico tiene un tempio con altare dedicato a Satana.

Le autorità affermano che l’adolescente è stata trattenuta contro la sua volontà per due settimane, costretta a bere alcol ed essere drogata, l’hanno stordita per abusare sessualmente di lei in gruppo. Flores l’ha torturata facendole un enorme tatuaggio di un demone, dal ginocchio al piede, come riferisce Houston Chronicle.

Insieme alla giovane che è riuscita poi a fuggire e denunciare i suoi rapitori, c’era anche un’altra  ragazza tenuta prigioniera nello stesso appartamento, il cui soprannome era Genesis: anche lei è stata violentata  e poi uccisa dai membri della gang;  la giovane testimone, che si è salvata, di lei conosceva solo il soprannome e ha detto che l’ha vista scagliarsi contro i loro rapitori, cercando di distruggere il tempio con altare satanico che si ergeva nella camera.

Flores ha risposto all’attacco dicendo che la ‘Bestia’ richiede un sacrificio umano: il giorno dopo, la ragazza di nome Genesis era sparita, la testimone non la vide mai più.

Quella ragazza è stata trovata uccisa il 16 febbraio, e non è stata ancora identificata.

La polizia ha detto che Rivera ha confessato di averle sparato: Rivera  le ha sparato alla testa, uccidendola, e il membro della gang, più vecchio di Flores, ha preso la pistola e le ha sparato un secondo colpo nel petto, secondo la ricostruzione degli investigatori della polizia.

Le autorità hanno rilasciato l’immagine della ricostruzione facciale di Genesis, una delle vittime dei due membri della gang, nel tentativo di identificarla. Authorities released the facial reconstruction image of one of the pair's alleged victims in a bid to identify herLa ragazza di origine ispanica- età compresa tra i 15 e i 25 anni – è stata trovata morta la mattina del 16 febbraio 2017. E’ stata colpita al collo e al petto. L’immagine è stata ricostruita dal Centro nazionale in difesa dei bambini scomparsi e sfruttati, dai funzionari della Contea di Harris. Una precedente foto della donna, scattata dopo la sua morte, è stata rilasciata dall’Istituto di Scienze Forensi della Contea di Harris, il 21 febbraio 2017.

La polizia, diffondendo questa foto, chiede, a chiunque abbia informazioni sulla giovane, di chiamare il Centro nazionale in difesa dei bambini scomparsi e sfruttati a 1-800-THE-LOST (1-800-843-5678).

Le autorità federali hanno posto una stretta sui clandestini, nel senso che saranno tenuti sotto custodia federale se rilasciati su pagamento della cauzione. I due membri della gang hanno chiesto un avvocato d’ufficio. Compariranno di nuovo in tribunale il 18 aprile 2017.

La banda che sta terrorizzando l’America: 13 membri di MS-13, tutti immigrati illegali,  arrestati a New York per aver ucciso tre studenti delle scuole superioriRisultati immagini per cartel gang

Tredici membri della stessa gang criminale sono stati arrestati giovedì 2 marzo 2017 a New York con l’accusa di aver ucciso tre studenti delle scuole superiori.

I tre giovani studenti sono stati attaccati con un machete e mazze da baseball mentre camminavano attraverso il loro quartiere di periferia.

La polizia ha dichiarato che tredici membri di bande locali della gang MS-13  sono stati accusati di un gran numero di crimini violenti e sette omicidi nel corso di un periodo di cinque anni.

Tra i morti: studenti della scuola superiore di Brentwood,  Nisa Mickens, 15 anni, Kayla Cuevas, 16 anni, che sono stati assaliti il 13 settembre 2016, e il loro ex compagno di scuola Jose Pena-Hernandez, 18 anni, il cui cadavere è stato trovato nei bassifondi di un ospedale abbandonato, in seguito alla sua scomparsa nel mese di giugno 2016. 

Gli omicidi sono avvenuti in un periodo in cui negli USA è sorto un dibattito nazionale sull’ immigrazione clandestina: i pubblici ministeri hanno rivelato in una conferenza stampa che 10 delle 13 persone incriminate erano cittadini di El Salvador o Honduras che erano negli Stati Uniti illegalmente, tra cui la maggior parte delle persone direttamente coinvolte negli omicidi.

Lo scorso dicembre 2016, Donald Trump ha fatto riferimento agli omicidi degli studenti di Brentwood, assassinati dalla gang MS-13, in un’intervista rilasciata a Time, dopo essere stato eletto presidente. Una delle priorità di Trump è un giro di vite sugli immigrati che sono illegalmente nel paese e hanno commesso crimini.

La violenza di queste bande è sempre più frequente e gli omicidi di adolescenti hanno provocato sempre più indignazione: ‘Mentre la violenza e la brutalità sono marchi dei membri della gang MS-13, gli omicidi di questi adolescenti sono particolarmente preoccupanti’, ha detto il procuratore Robert Capperi.

Alcune persone si sono lamentate che la polizia, i funzionari della scuola e gli altri non stavano facendo abbastanza per arginare la violenza. Da allora, la polizia ha arrestato più di 125 sospetti membri della gang MS-13 a Brentwood e altrove.

MS-13: La brutale gang armata di machete che è diventata la prima organizzazione ad essere dichiarata un gruppo criminale internazionale. Una delle bande di strada più violente e sofisticate, secondo l’agente speciale Jason Shatarsky dell’Ufficio Immigrazione.

IL VIDEO-REPORTAGE A MILANO SULLA GANG SATANISTA MS-13 https://www.youtube.com/watch?v=jTVe5BsWZaY
MS-13: VIOLENZA E SATANISMO http://www.revistavariopinto.com/nota.php?id=256#&panel1-1

La gang, chiamata anche Mara Salvatrucha, “MS 13 “: il significato è M= movimento (organizzazione criminale narcotraffico, prostituzione, spaccio di armi e droga, furti e rapine); S = Satana;  13 è il numero della strada di Los Angeles dove ebbe origine la gang. Così come 13 è il numero di secondi di pestaggio che deve ricevere colui che vuole entrare a far parte della gang.  MS significa anche Mara Salvatrucha, cioè esercito del Salvador. Ciò che distingue di più i MAREROS , cioè gli appartenenti a questa sètta criminale, sono i tatuaggi che li ricoprono dalla testa ai piedi, compresa la faccia. Tali tatuaggi comprendono le lettere MS e il numero 13 scritti in caratteri gotici, le lettere SUR che significano sureño o southerner (cioè provenienti dal Sud ) , le corna del diavolo, il nome della propria banda e altri simboli satanici. Si ritiene sia stata fondata come una banda di strada nel quartiere di Los Angeles a metà degli anni 1980 da immigrati in fuga dalla guerra civile in El Salvador.  Si è sviluppata dopo che alcuni membri furono deportati in El Salvador, contribuendo a trasformare il paese in uno dei luoghi più violenti del mondo. Ora è una grande impresa criminale internazionale con decine di migliaia di membri in diversi paesi dell’America centrale e molti stati degli Stati Uniti. Ed anche in Italia ed in Europa.

Con ben 10.000 membri in 46 stati, la banda si è espansa ben oltre le sue radici iniziali. I membri sono accusati di gravi reati, tra cui omicidio, sequestro di persona, prostituzione, il traffico di droga e la tratta di esseri umani. La banda, che è alleata con molti cartelli della droga del Messico, ha una forte presenza nel sud della California, Washington e Virginia del Nord, tutte aree di immigrazione di popolazioni salvadoregne.

Tra gli omicidi più efferati attribuiti a MS-13 in Virginia è stata l’uccisione di un’ adolescente incinta, che era diventata una loro informatrice nel 2003. Brenda Paz, 17 anni, è stata accoltellata a morte e il suo corpo è stato lasciato lungo le rive del fiume Shenandoah.

Fonti:

http://www.khou.com/news/crime/2-alleged-members-of-ms-13-gang-charged-in-teens-murder-kidnapping/418343605

http://www.dailymail.co.uk/news/article-4276336/MS-13-gang-members-accused-Satanic-rape-murder.html#ixzz4af0GImpX

Annunci

One thought on “Testimone: membri della gang criminale MS-13 commettono sacrifici rituali satanici di adolescenti sequestrate in USA

I commenti sono chiusi.