Il Papa aveva chiesto al Card Burke di ripulire l’Ordine di Malta da infiltrazioni massoniche: ordine disatteso…Ma oggi l’Ordine di Malta ringrazia il Papa per il suo aiuto

Il Sovrano Militare Ordine di Malta — “Ordine cavalleresco religioso laicale”,  è stato fondato nel 1099, originariamente per fornire protezione e cure mediche ai pellegrini in Terra Santa: il Vaticano sostiene ed incoraggia ancora oggi l’encomiabile lavoro che membri e volontari realizzano in varie parti del mondo, in compimento delle finalità dell’Ordine: la “tuitio fidei” (la difesa della fede) e l’”Obsequium pauperum” (il servizio ai poveri, ai malati e alle persone più vulnerabili)”.  

Recentemente, il Papa si è occupato personalmente di risolvere una controversia sorta all’interno dell’Ordine per abuso di potere.

Papa Francesco e il Card Burke

Questo in breve è il contenuto di una lettera inviata lo scorso 1 dicembre 2016 da Papa Francesco al cardinale Raymond Burke, (il pittoresco porporato, leader dei “dubia” contro il Papa), patrono dell’Ordine di Malta: il Papa invita Burke alla vigilanza sugli interessi spirituali dei membri e spiega che «si dovrà evitare che nell’Ordine si introducano manifestazioni di spirito mondano, come pure appartenenze ad associazioni, movimenti e organizzazioni contrari alla fede cattolica o di stampo relativista».  Il riferimento è all’infiltrazione della Massoneria.

«Qualora ciò dovesse verificarsi», ha proseguito il Papa, «si inviteranno i Cavalieri che eventualmente fossero membri di tali associazioni, movimenti ed organizzazioni a ritirare la loro adesione, essendo essa incompatibile con la fede cattolica e l’appartenenza all’Ordine»

67901f2dc1d3d921aa9d1fa7662e24f8
Card Burke in tenuta ‘pittoresca’

Questa lettera del Papa, pubblicata il 2 febbraio 2017 da La Nuova Bussola Quotidiana, ma già nota ai media cattolici ETWN, contraddice quanto era stato diffuso fino a poche settimane fa dai media e vari blog gestiti dai giornalisti pseudoteologi detrattori del Papa, i quali affermavano che il commissariamento dell’Ordine di Malta da parte del Vaticano fosse “un complotto contro Burke”.

In realtà  il giornalista del Vaticano per il National Catholic Register, Edward Pentin, ha rivelato i dettagli delle preoccupazioni di Papa Francesco circa l’influenza dei massoni sui Cavalieri di Malta: il 10 novembre 2016, il cardinale Burke è stato ricevuto in udienza privata da Papa Francesco. Nel corso di tale incontro,  il Papa ha chiesto al cardinale Burke, in qualità di patrono dell’ordine di Malta, di vigilare e di riferirgli in merito ad eventuali membri affiliati alla Massoneria. Il compito del Cardinale Burke è quello di promuovere le relazioni tra la Santa Sede e i Cavalieri e di mantenere il Santo Padre informato circa gli aspetti spirituali e religiosi dell’ordine. Non avendo ricevuto notizie dal Card Burke, il Papa ha inviato al cardinale Burke la lettera del 1 dicembre 2016, in cui il National Catholic Register ha appreso che il Santo Padre ha di nuovo sottolineato il dovere costituzionale da parte del Cardinale Burke di promuovere gli interessi spirituali dell’Ordine e di tenerlo informato.

Dunque, il Papa non ha mai chiesto a Burke di ordinare le dimissioni di qualcuno, ma di fare indagini su eventuali infiltrazioni massoniche e di riferire personalmente al Papa: ordine che è stato disatteso dal Cardinale Burke, che in realtà si è reso complice di abusi di potere all’interno dell’Ordine di Malta….

xl_screen_shot_2017-01-11_at_17-36-40
Stemma massonico, simboli  squadra compasso e la G che sta per G.A.D.U.(Grande Architetto dell’Universo)

Papa Francesco aveva già criticato l’influenza distruttiva della Massoneria e la sua ostilità verso la Chiesa. Durante il suo discorso ai giovani durante la sua visita apostolica a Torino nel 2015, il Santo Padre ha parlato di “lobby massoniche, anticlericali e sataniste”:

“Alla fine del 19 ° secolo vi erano le condizioni peggiori per lo sviluppo dei giovani: la massoneria era in pieno svolgimento, nemmeno la Chiesa ha potuto far nulla, c’erano molti nemici della Chiesa, tra cui ci sono stati anche i satanisti …. E ‘stato uno dei peggiori momenti e uno dei peggiori periodi  della storia d’Italia. Tuttavia, se si desidera fare un bel compito per casa, andate a scoprire come molti uomini e donne santi sono nati in quel periodo. Perché? Perché hanno capito che dovevano andare contro corrente rispetto alla cultura, di quello stile di vita. ”

Durante la sua  intervista alla stampa nel luglio 2013, di ritorno dal viaggio in Brasile per la GMG, Papa Francesco parlò per la prima volta contro le lobby e dichiarò le sue preoccupazioni per l’influenza della massoneria sulla Chiesa:

“Il problema non sono i gay (che, come ha ribadito il Papa, citando il Catechismo della Chiesa cattolica, non vanno discriminati, “SE hanno buona volontà e cercano Dio”, cioè se vogliono davvero accettare Cristo, convertirsi e vivere in castità, ndr). Il problema è che ci sono lobby che stanno  facendo pressione per questo orientamento omosessuale, o lobby di avidità, lobby politiche, le lobby massoniche, tante lobby. Questo è il problema più grave per me “.

Il Papa commissaria l’Ordine di Malta

Risultati immagini per Cardinal burke buffoon
Burke con coda rossa imperiale

Il giornalista del Vaticano Edward Pentin riferisce che, nell’incontro privato del 10 novembre 2016 con il Card Burke, Papa Francesco è stato “profondamente turbato” da ciò che il cardinale gli ha detto circa la distribuzione di contraccettivi da parte del Malteser International nel 2014 in Africa ed Estremo Oriente (il Malteser International è l’organizzazione patrocinata dall’Ordine di Malta per l’ assistenza ospedaliera ai paesi poveri). Papa Francesco non chiese a Burke di imporre l’epurazione di qualcuno dall’Ordine, ma aveva incaricato Burke di esaminare se l’Ordine avesse provveduto a fermare quella immorale distribuzione, contraria alla fede cattolica, e di riferire a lui in merito alle prove. 

Tuttavia sono emerse lotte per il potere all’ interno dell’Ordine stesso, fomentate da Burke, e questo ha reso necessario il Commissariamento da parte del Vaticano. Il settimanale cattolico britannico The Tablet ha svelato che il Gran Maestro dell’Ordine di Malta, Fra’ Matthew Festing, aveva ordinato le dimissioni  del Gran Cancelliere Albrecht Freiherr von Boeselager, menzionando che nella decisione era coinvolto il cardinale statunitense Raymond Leo Burke, noto critico di Papa Francesco: un evidente abuso di potere da parte di Burke.  Boeselager si era opposto a questa decisione di “epurarlo dall’ordine”, definendola incostituzionale e dimostrando che le accuse mosse contro di lui, (aver diffuso profilattici in Africa e di essersi opposto alla morale cattolica), fossero totalmente infondate. Boeselager ha spiegato che i preservativi sono stati distribuiti dai tre progetti in Myanmar a insaputa dell’Ordine. “Quando questo è stato scoperto nel corso della procedura di revisione del progetto, due di questi progetti sono stati immediatamente chiusi,” ha scritto Boeselager. “Una chiusura immediata del terzo progetto avrebbe comportato la fine improvvisa di tutti i servizi sanitari di base in una poverissima regione del Myanmar, così questo dilemma è stato sottoposto a un comitato etico dell’ordineSuccessivamente il progetto è stato chiuso, a seguito di una dichiarazione della Congregazione per la dottrina della fede “.

Dopo il suo forzato licenziamento,  Boeselager si è rivolto al Cardinale Parolin, portando prove della sua innocenza e dicendogli che gli era stato riferito dal cardinale Burke che il Papa gli aveva ordinato di dimettersi…Burke non ha detto la verità. Il Cardinale Parolin ha scritto nella lettera all’Ordine di Malta: “In particolare, per quanto riguarda l’uso e la diffusione di metodi e mezzi in contrasto con la legge morale, Sua Santità ha chiesto che il dialogo  sia l’approccio utilizzato per affrontare e risolvere i potenziali problemi. Il Papa NON ha mai menzionato, al contrario, di espellere qualcuno”.   L’Ordine di Malta (il cui patrono è il Card Burke) si rifiutò immediatamente di collaborare con la Commissione vaticana istituita dal Card Parolin, degradandola a “Gruppo” afflitto da “irrilevanza giuridica”…Ma il lavoro del Cardinale Burke, in qualità di patrono dell’Ordine, era di garantire la volontà del Papa e di dare comunicazione al Vaticano in merito a qualsiasi indagine, non di imporre epurazioni dall’Ordine senza prima consultarsi. 

Il cardinale Burke si è  rifiutato di rispondere a una serie di domande della Commissione Pontificia circa il licenziamento di Boeselager (a cui lui era presente e che è stato determinato da una sua pretestuosa decisione), Burke ha detto al National Catholic Register che “non era tenuto a rispondere”…

Il settimanale cattolico britannico The Tablet sottolinea che ora il cardinale Burke ha i seguenti “dubia” a cui rispondere: su quali basi ha fatto rivendicare l’autorità della Santa Sede, respingendo Boeselager?  Perchè non ha consultato Papa Francesco o il cardinale Parolin, come era suo dovere fare? 

http://www.thetablet.co.uk/news/6545/0/the-dubia-facing-cardinal-burke-over-order-of-malta-saga

135331907-51efda7b-3322-4cf0-87a6-c4dd168d779a
Papa Francesco e Boeselager, Gran Cancelliere dell’Ordine di Malta 

Alla fine anche il Gran Maestro Festing ha ammesso che la questione su Boeselager era già stata risolta tre anni prima e che l’accusa, mossa contro Boeselager dal Card Burke, cioè che il Gran Cancelliere Boeselager fosse contrario all’insegnamento della Chiesa, è “falsa e ingiusta”. Il Gran Maestro Festing ha ammesso il suo errore ed ha presentato le sue dimissioni, in pieno accordo con il Commissariamento: nella sua lettera al Cardinale Parolin, Festing sottolinea che i Cavalieri di Malta sono un “Ordine religioso laico” che comprende il “servizio alla fede e al Santo Padre” e, pertanto, la Santa Sede ha l’autorità di agire in questo caso.

Beato Clemens August Von Galen, parente di Boeselager, Gran Cancelliere di Malta

Boeselager, discendente da una nobile e antica famiglia tedesca di solida tradizione cattolica, gode di ottima reputazione nell’Ordine. La sua famiglia ha giocato un ruolo nella storia della Germania: il padre Philipp e lo zio George, maggiori di cavalleria, presero parte al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944 noto come “operazione Valchiria”. Tra i suoi parenti, inoltre, c’è anche il cardinale Clemens August von Galen, beato e anti nazista che si oppose al programma di eutanasia del Reich. 

L’ Ordine di Malta ringrazia il Papa

Fonti

https://www.ewtn.co.uk/news/europe/pope-ordered-card-burke-to-clean-out-freemasons-from-the-knights-of-malta

http://www.thetablet.co.uk/news/6571/0/exclusive-cardinal-burke-and-grand-master-festing-defied-wishes-of-pope-by-sacking-grand-chancellor-

http://www.uccronline.it/2017/02/02/ordine-di-malta-si-scopre-che-francesco-voleva-tutelarlo-dalla-massoneria

http://www.farodiroma.it/2017/02/02/ordine-malta-boeselager-non-lotta-papa/

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Papa-Francesco-commissaria-Ordine-di-Malta-dopo-epurazione-gran-cancelliere-voluta-da-Burke-Guerra-sulla-distribuzione-dei-profilattici-e360f470-d69e-4dc9-86b2-659851615716.html

Annunci