Gravissimo furto di S.Ostie consacrate in chiesa a Ferrara, l’ombra delle sette sataniche

Ferrara, 23 gennaio 2017 – Un gravissimo furto sacrilego nella chiesa di Santa Chiara in Corso Giovecca a Ferrara. Ne ha dato notizia ieri pomeriggio l’arcivescovo Luigi Negri al termine della messa celebrata in onore dei santi di Casa d’Este. Prima della benedizione finale il capo della diocesi è infatti tornato al microfono per annunciare, indignato e triste, che «da una chiesa della nostra Diocesi è stata sottratta una pisside contenente molte ostie consacrate». Terribile gesto” che “offende gravemente Dio e lacera in profondità il cuore della nostra comunità”, perché “non c’è nulla di più prezioso, nella Chiesa di Dio, della Santa Eucarestia”.

Le ipotesi che egli stesso fa del loro utilizzo «sono le peggiori». «E’ un dolore, ha aggiunto, che colpisce e addolora il cuore. In queste ore ho perduto la pace». Rivolgendosi poi a chi ha compiuto l’atto blasfemo, ha commentato: «Riprendendo ciò che affermò Gesù, anch’io dico ‘meglio per lui che non fosse mai nato’». Il vescovo Luigi Negri ha fatto pubblicare sul bollettino ecclesiastico  il decreto numero 6 del 2017 per far sapere come intende riparare alla profanazione di un furto di una pisside con ostie consacrate avvenuto nella chiesa di Santa Chiara in corso Giovecca.

“Con animo tribolato e ferito dai sentimenti più gravi – si legge nel decreto episcopale -, abbiamo appreso del furto sacrilego della pisside contenente le sacre particole consacrate che ha interessato la chiesa di Santa Chiara in corso Giovecca”, che custodisce le spoglie di suor Veronica del SS. Sacramento. “Questa coscienza – prosegue mons. Negri – sia l’occasione per recuperare, in tutte le nostre comunità, con rinnovato slancio, l’amore e la vera devozione della Santa Eucarestia che l’ultimo Concilio ha ribadito essere fonte e culmine di tutta la vita cristiana”.

Nel decreto si dispone che in tutte le parrocchie e case religiose e, dove possibile, nelle associazioni e nei movimenti ecclesiali, sia celebrata questa settimana, “favorendo il più possibile la partecipazione del popolo di Dio, almeno una messa penitenziale di riparazione” e si stabilisce che “sia celebrata con tutte le comunità che utilizzano stabilmente quegli ambienti la messa penitenziale di riparazione” nella chiesa di Santa Chiara sabato 28 gennaio alle 18, messa che presiederà lo stesso vescovo.

Al temine della messa ci sarà una processione eucaristica che terminerà nella Chiesa di Santa Maria in Vado, “il santuario del Prodigioso Sangue”.

In questa settimana inoltre “siano favorite catechesi ed adorazioni eucaristiche e tutti quegli incontri che approfondiscano la fede cattolica nella Sacra Eucarestia” di cui la diocesi si farà promotrice.

Mons. Negri, molto scosso per l’incredibile accaduto, ha poi invitato i fedeli a pregare la Madonna delle Grazie «perché ci restituisca il Signore» e i santi estensi ai quali, come si accennava, era dedicata la messa, molto partecipata. Essa non è stata certamente celebrata – ha soggiunto – per una sorta di esaltazione della casata («la storia ha individuato su essa fasci di luce e fasci di tenebre») quanto per testimoniare l’esperienza di fede dei santi estensi che hanno avuto «un’ammirabile varietà di carismi»: San Contardo e i beati Beatrice I monaca benedettina, Beatrice II (fondò il monastero di Sant’Antonio in Polesine, è oggetto di notevole culto), Beatrice III (già regina di Ungheria) e Carlo I d’Asburgo.preghiera-angelo-a-fatima

Fonti

http://www.ilrestodelcarlino.it/ferrara/cronaca/furto-ostie-consacrate-1.2836212

http://www.estense.com/?p=594323

Annunci

One thought on “Gravissimo furto di S.Ostie consacrate in chiesa a Ferrara, l’ombra delle sette sataniche

I commenti sono chiusi.