Ricerca scientifica: l’inganno e i pericoli della Meditazione trascendentale e “tecniche di consapevolezza”

Una RICERCA SCIENTIFICA, di recente pubblicazione in Usa e Regno Unito, dimostra che la meditazione trascendentale e le cosiddette “tecniche di consapevolezza Mindfulness”(riesumate da tradizioni occultiste orientali: Yoga, Reiki, tecniche diffuse da guru e maestri vari…) non portano a quel “senso di pace e rilassamento” che tanto viene pubblicizzato, ma invece innescano MANIE DEPRESSIVE, ALLUCINAZIONI E PSICOSI IN PIU’ DEL 60% DEI CASI. MA I MEDIA NASCONDONO LA POTENZIALE NEGATIVITA’ DI QUESTE ‘TECNICHE’ molto diffuse e propagandate oggi dal business multimilionario della New Age. IL LIBRO DEI DUE RICERCATORI, il dott. Farias e la Dott. Wikholm, si intitola “La pillola di Buddha: la meditazione può cambiarti?” UN LIBRO VERAMENTE CONTROCORRENTE che finalmente dice la verità

https://www.amazon.com/Buddha-Pill-Can-Meditation-Change/dp/1780287186  thr-buddha-pillDr Miguel Farias e Dr Catherine Wikholm sono entrambi due autorevoli medici PSICHIATRI, sono anche psicologi clinici nel servizio sanitario nazionale ed hanno pubblicato la loro tesi nelle università inglesi e su riviste scientifiche internazionali. Il dott. Miguel Farias, è leader del gruppo di ricerca sulle funzioni cerebrali, credenze e comportamenti presso la Coventry University; la dott. Catherine Wikholm, è ricercatore in psicologia clinica presso la University of Surrey: hanno pubblicato la loro tesi SUGLI EFFETTI NEGATIVI DELLA MT nell’ultimo numero del British Journal of Psychiatry. Fonti:  

http://pb.rcpsych.org/…/early/2016/09/23/pb.bp.116.053686 

https://health.spectator.co.uk/what-mindfulness-gurus-dont-tell-you-meditation-has-a-dark-side/

Dunque la vera ricerca scientifica conferma ciò che da sempre la Sacra Bibbia e le testimonianze di sacerdoti esorcisti affermano sulla pericolosità a livello psicofisico di queste ‘pseudo tecniche di rilassamento’ che in realtà non sono altro che spiritismo e possono portare a ossessioni maligne e a vere possessioni, vedasi per esempio gli studi e la testimonianza di Padre Joseph Maria Verlinde nel libro autobiografico “DA CRISTO AL GURU: ANDATA E RITORNO “: Verlinde, prima della sua conversione a Cristo, ha praticato per oltre dieci anni Yoga e Meditazione trascendentale in India; liberatosi da ogni legame con queste pratiche occulte, oggi è sacerdote cattolico  e nei suoi libri spiega la pericolosità di queste tecniche orientali attraverso le quali si aprono le porte a spiriti DEVA , detti eufemisticamente ‘energie sottili’…Fonte: http://www.gris-imola.it/ultime_notizie/PadreJosephVerlindeDaCristoalGuruandataeritorno.php Nessun testo alternativo automatico disponibile.La carenza di rigorosi studi statistici sulle ripercussioni negative della meditazione trascendentale e delle tecniche di consapevolezza (Mindfulness) costituisce un vero e proprio scandalo, secondo il DOTT. MIGUEL FARIAS: 

“Le affermazioni dei praticanti di MT [meditazione trascendentale] e dei ‘ricercatori di consapevolezza’ sono sempre favorevoli a queste tecniche orientali, considerate antistress e pubblicizzate dalle mode dei Vip e star dello spettacolo-afferma il dott. Farias-Queste affermazioni sono molto superficiali: infatti come può una tecnica che permette di estraniarsi da sè e cambiare la percezione o realtà di se stessi, non avere potenziali effetti negativi?”.
Lo studio britannico ha esaminato l’ effetto di yoga e meditazione trascendentale sui detenuti in sette prigioni nelle Midlands: essi hanno ricevuto lezioni di 90 minuti una volta alla settimana e hanno completato i test per misurare le loro funzioni cognitive in dieci settimane attraverso un processo di controllo randomizzato.
In un primo tempo, lo stato d’animo dei detenuti sembrava migliorato, e la loro angoscia e stress psicologico ridotti – ma subito dopo hanno avuto atteggiamenti molto più aggressivi. ancora prima di cominciare le ‘tecniche di consapevolezza’…che nella maggioranza dei casi hanno peggiorato ulteriormente il loro stato…

La dott. Wikholm ha detto al Times: “E’ difficile avere una visione equilibrata quando i media pubblicizzano continuamente i benefici della meditazione MT e delle tecniche di consapevolezza.
Dobbiamo renderci conto che i rapporti sui benefici di queste prestazioni sono spesso gonfiati … considerando che gli studi che non scoprono benefici significativi raramente raccolgono l’interesse dei media, e non si parla mai invece degli enormi effetti negativi di queste pratiche.”

TESTIMONIANZA DEL DOTT FARIAS: IL CASO DI AARON ALEXIS-744946-aaron-alexis-photo-fournie-ancien34 anni, BUDDISTA, veterano di Marina, DECORATO CON LA MEDAGLIA ANTITERRORISMO, praticava meditazione trascendentale da molti anni: nel 2013 UCCIDE 12 PERSONE,  UNA STRAGE SENZA MOTIVOSecondo i conoscenti Alexis era una persona pacifica, molto gentile, ma negli ultimi tempi diceva di “avere allucinazioni , sentiva delle voci intorno a lui e dentro di lui, sentiva di essere minacciato da persone invisibili, che gli facevano vibrare tutto il corpo e da tempo non riusciva a dormire.”

Aaron Alexis non aveva mai avuto problemi mentali; aveva iniziato a frequentare regolarmente un tempio buddista a Washington; sperava che lo avrebbe portato ad un perenne stato di rilassamento.”Voglio essere un monaco buddista”, ha detto una volta ad un maestro del tempio. Il suo maestro gli consigliò di continuare a studiare e Alexis ha continuato a praticare meditazione trascendentale con impegno, ma le cose sono andate molto diversamente da come Aaron Alexis pensava…
Il 16 settembre del 2013, Alexis è entrato con calma e impassibilità in Washington Navy Yard. Erano le 08:00. Aveva lavorato lì non molto tempo prima, e la sicurezza lo fece entrare. Pochi minuti dopo, le telecamere di sicurezza lo ripresero in possesso di un fucile da caccia: alle ore 9, furono uccise 12 persone. Alexis ha ucciso persone a caso, con grande freddezza, come in stato di trance:  finite le munizioni, ha usato la pistola appartenente ad una guardia che aveva appena ucciso. Alexis morì dopo uno scontro a fuoco con la polizia.Immagine correlata
Aaron Alexis praticava regolarmente Meditazione trascendentale, era una persona pacifica, che aveva aiutato anche i superstiti dell’attentato alle Torri Gemelle a New York l’11 settembre….Sembra proprio che la Meditazione, invece di aiutarlo a superare traumi passati, lo abbia reso più aggressivo fino a diventare un potenziale assassino…

La Meditazione trascendentale porta la persona a sprofondare nei recessi della mente più di quanto si possa immaginare.
Molti Buddisti occidentali affermano che questo processo fa parte della ‘meditazione’: attraversare uno stato di disperazione e pensieri ossessivi sulla morte, nausea, attacchi di panico, allucinazioni, istinti aggressivi incontrollabili, specialmente verso persone care, sarebbero solo ‘stadi’ , livelli di ‘consapevolezza’, traumi del passato che riemergono e che poi con il tempo vengono superati…..
ma è spesso capitato che molti quello ‘stadio ‘ non lo hanno superato mai, anzi ne sono rimasti intrappolati!

IL LATO OSCURO DEL DHARMA…
Willoughby Britton, neuroscienziato e psichiatra presso la Brown University, sta ora cercando di definire quello che lei chiama “il lato oscuro del Dharma”, uno studio che nasce dalla testimonianza di due persone che vengono ricoverate in ospedale dopo un’ intensa pratica di meditazione trascendentale, insieme con la sua esperienza di un seminario di ‘tecnica di consapevolezza’ in cui lei stessa ha provato un terrore inimmaginabile.
Attraverso la letteratura buddhista classica, lei stessa si rese conto che tali esperienze terribili sono spesso citate come ‘fasi comuni di meditazione’…Ma sono molto pericolose e i media questo non lo dicono, parlano solo di ‘effetti speciali rilassanti ‘ della meditazione…
In realtà i ‘processi di meditazione’ portano le persone a percepire il mondo in modo diverso: l’udito si affina; il tempo si muove più lentamente. Ma il cambiamento più radicale che può verificarsi sta in ciò che Britton chiama “la narrazione del sé”, cioè il concentrarsi sul momento presente, nient’altro che il momento presente…
possono passare attimi, come anche ore e giorni in questo estraniamento e la coscienza rimane come bloccata, con un piede nel passato e l’altro nel futuro e a quel punto la percezione di sè crolla e ci si trova in balìa del caos…

Dopo aver personalmente curato molti casi di persone che hanno praticato MT per anni e che sono state ricoverate in ospedale e in terapia psichiatrica, ho voluto parlare con qualcuno che aveva abbracciato la meditazione orientale e ne conosceva i lati oscuri e fosse disposta a parlarne: ho trovato quella persona in Swami Ambikananda, una donna sudafricana che vive in Inghilterra, che ha preso i voti religiosi indù e ora insegna meditazione e yoga a Reading.
Le sue parole hanno confermato ciò che sospettavo …
Ci siamo seduti nel suo salotto e, quando le ho detto che stavo cercando il potenziale lato oscuro della meditazione, mi ha chiesto se avevo sentito parlare del caso terribile di Aaron Alexis. E ha detto:
“C’è un nuovo dogma sulla meditazione: Quando non riesce, i suoi limiti non sono mai messi in discussione. Ci è stato detto che era colpa delle persone che non la stavano facendo bene… 
Ma la verità è che la percezione del mio io viene sciolta quando si entra in meditazione trascendentale…. Aaron Alexis non aveva problemi di salute mentale, non lo metto in dubbio: la meditazione ci costringe a guardare NELL’ABISSO DEL SE’ e sempre vi sono rischi gravi,  vi hanno mentito quando vi dicono che serve per essere più rilassati potenti e più felici.”

Fonti: http://www.independent.co.uk/life-style/health-and-families/features/meditation-is-touted-as-a-cure-for-mental-instability-but-can-it-actually-be-bad-for-you-10268291.html

https://www.washingtonpost.com/local/before-navy-yard-shooting-alleged-gunman-heard-voices-and-sought-help/2013/09/17/874970d8-1fd2-11e3-94a2-6c66b668ea55_story.html?utm_term=.9375ebc8e0d6

https://www.washingtonpost.com/local/shooters-interest-in-buddhism-prompts-debate-about-stereotype-of-peaceful-faith/2013/09/18/f0ecd938-1fcf-11e3-94a2-6c66b668ea55_story.html?utm_term=.4a896a6859c4

 

Annunci

One thought on “Ricerca scientifica: l’inganno e i pericoli della Meditazione trascendentale e “tecniche di consapevolezza”

I commenti sono chiusi.