STATE ATTENTI: certi cardinali ostili al Papa CI PRENDONO IN GIRO, forzando la mano sull’ignoranza della gente!

L’immagine sopra ed il titolone viene da Il Timone, nota rivista cattolica, che sta scadendo purtroppo nella disinformazione antipapale: suddetta rivista riprende addirittura l’articolo di un blog, spacciandolo per ‘unica verità’…Noi rispondiamo così: Anatema! 

“Anatema” sul Card Robert Sarah e su coloro che rinnegano l’Autorità papale,(mandato di Cristo!), potrebbe sembrarvi una sentenza un po’ forte, ma è quella comminata dai Padri del Concilio Vaticano Primo a chi ostinatamente violi il Dogma dell’Infallibilità Papale, sancita dalla Costituzione Dogmatica Pastor Aeternus a conclusione del CV1.
Ciò che rende efficace l’anatema è lo scandalo dato da un cardinale, che ostinatamente si oppone al Papa e a tutto il Sinodo dei Vescovi.

“Si discosta quindi dal retto sentiero della verità chi afferma che è possibile fare ricorso al Concilio Ecumenico, come se fosse investito di un potere superiore, contro le sentenze dei Romani Pontefici. Se qualcuno dunque affermerà che non è per disposizione dello stesso Cristo Signore, cioè per diritto divino, che il beato Pietro abbia per sempre successori nel Primato sulla Chiesa universale, o che il Romano Pontefice non sia il successore del beato Pietro nello stesso Primato: sia ANATEMA.” CONCILIO VATICANO I 

https://w2.vatican.va/content/pius-ix/it/documents/constitutio-dogmatica-pastor-aeternus-18-iulii-1870.html

Questo è il testo del mandato di Cristo all’Apostolo Pietro e a tutti i Papi e SOLO A LORO:  E Gesù: «Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli. E io ti dico: Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.  A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».(VANGELO SECONDO MATTEO, CAP 16,18).  

Abbiamo già visto come siano catalogabili come eretici e scismatici gli appelli formulati contro l’Esortazione Apostolica post sinodale Amoris Laetitia. Il Canone 333,3 del Codice di Diritto Canonico a questo riguardo è chiarissimo: “Contro la Sentenza o il Decreto del Romano Pontefice NON si dà appello né ricorso”. Ma soprattutto sfiora il ridicolo l’atto di indurre i fedeli a firmare fedeltà al Catechismo scritto dagli uomini e Non ai Vangeli, che sono la Parola di Dio. Nella società civile sarebbe come far giurare i cittadini sui 4 codici (civile, penale, ecc..) e non sulla Costituzione.
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1403582076338607&set=gm.595084470695399&type=3

MA CHE COS’E’ AMORIS LAETITIA? CERTI CARDINALI CI PRENDONO IN GIRO
Questi signori cardinali ci prendono in giro addirittura sull’utilizzo del comune linguaggio ecclesiale. Definiamo quindi che cos’è Amoris Laetitia. Nel linguaggio ecclesiale corrente Amoris Laetitia è una Esortazione Apostolica Post Sinodale. Una Esortazione del Papa Reggente è sempre da definirsi Apostolica, perché il Papa è il solo Successore di San Pietro VIVENTE sulla terra durante l’arco del suo intero pontificato. Infatti quando si cita un Papa morto, nella norma si scrive il Titolo dell’Atto (esortazione, enciclica, costituzione ecc) e il nome del Papa che l’ha redatta, in questo caso si può anche tralasciare la parola “Apostolica”. Le parole “Post Sinodale” attribuiscono una collocazione temporale all’Esortazione Apostolica, post in latino significa dopo, quindi Post Sinodale significa Dopo (o a conclusione) del Sinodo sulla famiglia anni 2014 – 2015. Il Sinodo ha riunito a Roma i Vescovi di 5 continenti.
A questo punto bisogna dire che ogni Atto Pubblico del Papa Reggente è Magistero Papale, proprio tutto: dalle Lettere, alle prediche a Santa Marta. Noterete come sono da tutti ritenute “magistero” anche le lettere di Papa Giovanni Paolo II, mentre nelle dichiarazioni di certi cardinali Papa Francesco è la cenerentola accanto al camino e nessuno dei suoi atti è magistero.
Infatti ci prendono in giro forzando la mano sull’ignoranza della gente. Il primo in assoluto fu il Card. Burke, altro anatemizzato dal Concilio Vaticano Primo, con la dichiarazione: “Amoris Laetitia NON è magistero”, nel maggio 2016. Da allora i due cardinali ne han fatta di strada. Burke in particolare ha scritto due libri, redatto e firmato due petizioni entrambe eretiche, irretito e istigato a delinquere parroci, suore e altre fasce ecclesiastiche, fino ai cardinali.

UN FATTO. Ad oggi: NESSUNO dei VESCOVI partecipanti al Sinodo per la Famiglia si è opposto ai Contenuti dell’Esortazione Amoris Laetitia. Coloro che si sono opposti ostinatamente sono TUTTI GLI ESCLUSI dai lavori del Sinodo: lo sono i Parroci firmatari dell’appello dei teologi; idem i professori laici firmatari dello stesso appello; in ultimo lo sono TRE DEI CARDINALI dei DUBIA perché in Pensione. E tra gli ESCLUSI c’è il card. BURKE, escluso perché licenziato dal ruolo di Prefetto del Tribunale della Sacra Rota.burke-in-cappamagna

L’esclusione del cardinale Burke fu proprio una PUNIZIONE, per aver bloccato il commissariamento delle Suore Francescane dell’Immacolata, consentendo il travaso di ben 30 milioni di euro in beni mobili e immobili nelle tasche di laici e la spogliazione reale dell’Istituto di Diritto Pontificio Maschile, cioè i fraticelli F,I…

Tornando al Card. Robert Sarah bisogna dire che la sua “pochezza” dottrinale, il superficiale atteggiamento voltagabbana e l’evidenza di un malanimo che lo conduce all’eresia antidogmatica: lo rendono decisamente poco adatto a ricoprire il ruolo di Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Dottrina della Fede. Inadatto perché oltre alla DISOBBEDIENZA di un cardinale che morde la mano al Papa che lo ha chiamato alla Curia Vaticana, si vede ad occhio nudo che NON CONOSCA IL DIRITTO CANONICO nè mostri rispetto o la semplice conoscenza dei testi Conciliari e dei Dogmi di Santa Romana Chiesa Cattolica.

Il Papa può legare e sciogliere TUTTO e ciò avrà effetti sia sulla Terra che in Cielo. Di fronte a questa che è vera LEGGE DIVINA, non c’era neppure bisogno del Sinodo dei Vescovi. Sul matrimonio e la remissione dei peccati: il Papa ha piena facoltà datagli da Gesù Cristo in persona, essendo l’UNICO depositario del Mandato Apostolico vivente sulla terra.  Per questo il Papa può imporre l’assoluzione, caso per caso, ai divorziati risposati.  Non ci dimentichiamo che Nostro Signore Gesù Cristo perdonò l’adultera e tra le donne che servivano Lui e gli apostoli c’erano addirittura delle ex prostitute. 

E RICORDIAMO CHE IL CARD BURKE STA DIFENDENDO personaggi ecclesiastici sempre dell’area ipertradizionalista, che si sono macchiati di gravi crimini (Mons Olivieri, diocesi di Albenga Imperia) e per questi motivi il Papa li ha dimessi dal loro incarico e sono attualmente sotto processo ed indagati dalle forze dell’ordine. Il Card Sarah e gli altri chiaccheroni con lui, dovrebbero aiutare il Papa nella grande opera di pulizia da sacerdoti indegni che Papa Francesco sta facendo con la Commissione antipedofilia creata da lui stesso e che sta facendo tanto bene alla Chiesa, invece loro che fanno???  

AMORIS LAETITIA senza le caricature dei giornalisti: nessuna rottura con il Magistero

https://noalsatanismo.wordpress.com/2016/05/17/amoris-laetitiasenza-le-caricature-dei-giornalistinessuna-rottura-con-il-magistero/

Fonti

http://www.corriere.it/cronache/14_novembre_02/nella-diocesi-albenga-preti-nudi-facebook-barman-notte-dbc19c9a-627e-11e4-9f8e-083eb8ae3651.shtml

Gruppo Fb: Padre Gabriele Amorth – nuovo gruppo antisatanista

https://www.facebook.com/groups/338543203016195/

 

Annunci