I pensieri e le benedizioni di Padre Pio, il Santo innamorato di Gesù Eucaristia

Padre Pio scrisse durante la sua vita una serie di preghiere e pensieri.

Infatti per ogni giorno dell’anno Padre Pio scrisse molti pensieri e benedizioni per accompagnare il pellegrino giornalmente e non fargli pesare la vita nei momenti difficili, ma farlo sentire in compagnia e dargli la forza di affrontare le situazioni difficili, ma soprattutto indicargli la giusta via per assaporare quanto di buono la vita ci riserva in ogni istante della giornata e noi non sempre siamo in grado di comprendere.

“Cammina allegramente e con un cuore sincero ed aperto più che puoi, e quando non si possa mantenere sempre questa santa allegrezza, almeno non ti perdere mai di coraggio e di confidenza in Dio. Fatti animo e non temere le fosche ire di Lucifero. Rammentati per sempre di questo: che è buon segno allorché il nemico strepita e ruggisce all’intorno della tua volontà, poiché questo dimostra che egli non è al di dentro.
Coraggio! Proferisco questa parola con un grande sentimento ed, in Gesù, coraggio, dico: non bisogna temere, mentre che possiamo dire con risoluzione, sebbene senza sentimento: VIVA GESU’ “.

“Confidenza torno ad inculcarvi sempre; nulla può temere un’anima che confida nel suo Signore ed in Lui pone la propria speranza. Il nemico della nostra salute è pur anche sempre intorno a noi per strapparci dal nostro cuore l’àncora che deve condurci a salvezza, voglio dire la confidenza in Dio nostro Padre; teniamo stretta, stretta quest’àncora, non permettiamo giammai che ci abbandoni un solo istante!
Sii sempre allegramente in pace con la tua coscienza, riflettendo che ti trovi al servizio di un Padre infinitamente buono, che per sola tenerezza scende fino alla Sua creatura, per elevarla e trasformarla in Lui Suo creatore.
E fuggi la tristezza, perché questa entra nei cuori che sono attaccati alle cose del mondo.
Sii dunque sempre fedele a Dio nell’osservanza delle promesse fattegli e non ti curare dei motteggi degli insipienti.

Non ti dar pensiero di tali serpenti. Gesù penserà a metterli a posto. Preghiamo che Gesù li converta. A noi basta stare a posto con Dio.non-ti-dar-pensiero-di-tali-serpenti-padre-pioNon ti dar pensiero di nulla. Una sola cosa deve essere la tua occupazione: amare Gesù, amare la virtù ed aspirare al cielo. Mammina, per quanto dipende da Lei, ti assisterà sempre e ti porgerà le braccia. La preghiera è la migliore arma che abbiamo; una chiave che apre il cuore di Dio.

Sappi che i santi si sono sempre scherniti del mondo e dei mondani e si sono messi sotto i piedi il mondo e le sue massime.  Il mondo non ci stima, perché figli di Dio. Consoliamoci, ché almeno una volta egli conosce la verità e non dice bugia.

Il dragone, se fa le pentole, non fa i coperchi. Gesù penserà a frustrare le opere dei maligni. Il demonio bisogna disprezzarlo e non temerlo, poiché s. Agostino dice: «Il demonio è un formidabile gigante con chi lo teme, ed un fanciullo imbelle con chi lo disprezza». 

Chi segue Gesù non cammina nelle tenebre e la vita ha in se stesso. Sta’ su di animo: non ti mai abbacchiare. L’aiuto e la liberazione non l’ho mai atteso dalle creature ma dal cielo. Perciò confidenza e pazienza. Coraggio ed attendiamoci tutto da Gesù e dalla Mamma celeste che vegliano sopra di noi. Sta’ su di animo. Gesù penserà a tutto. Non diamo retta a gente che non sa quello che dice. Noi confidiamo in Gesù e nella Mamma celeste e tutto andrà a finire bene. Stringiamoci sempre più nella carità e questa sarà la nostra garanzia.”

“IL MONDO POTREBBE STARE ANCHE SENZA SOLE, MA NON PUO’ STARE SENZA LA SANTA MESSA.padre2bpio2b2b4

Nell’assistere alla S. Messa, rinnova la tua fede. Tieni la mente elevata al mistero che si va svolgendo sotto i tuoi occhi. Portati con la tua mente al calvario e pensa e medita sulla Vittima, che si offre alla divina giustizia, sborsando il prezzo della tua redenzione. Ti auguro sempre più amore al divin sacrifizio, dal quale ci è venuta e ci viene l’eterna salute.

Chiediamo a Gesù la grazia di amarLo e di vederLo amato sempre più. ChiediamoGli, come la sposa dei sacri Cantici: Mi baci con i baci della sua bocca! Sì, le tue tenerezze sono più dolci del vino! Quante volte questo bacio di Pace… ci viene donato da Gesù nel Santissimo Sacramento! Nel Santissimo Sacramento dell’Eucaristia, in questo sacramento d’amore, noi abbiamo la vera vita, una vita benedetta e la vera felicità.

O Gesù, che il mio cuore riposi sul tuo Cuore trafitto nelle prove e nei dolori della vita.

Maria ti faccia sempre da madre, ti stringa sempre più al suo cuore: ti faccia pregustare tutte le tenerezze della Sua maternità, ed un giorno non molto lontano ti mostri tutta la sua gloria assieme a Gesù.

L’Angelo di Dio ti guidi in tutto il corso della tua vita e ti preservi dal peccato.

Lo Spirito Santo ti riempia dei suoi doni e ti renda forte nella battaglia della vita.

Il volto di Gesù sia stampato sul tuo cuore e appaghi tutti i tuoi voleri. L’amore di Gesù sia la stella che ti guidi a Lui. Gesù viva sempre in te e nella tua famiglia.

Gesù crocifisso ti dia coraggio a soffrire con merito.

L’Angelo di Dio ti assista nella salmodia e la presenti al trono di Dio.

Sii sempre ed in tutto umile e serba sempre gelosamente la purezza del tuo cuore e del tuo corpo, perché esse sono le due ali che ci elevano sino a Dio e quasi ci divinizzano.

Appoggiamoci alla nostra Mamma celeste, che può e vuole aiutarci. La nostra strada sarà facilitata perchè abbiamo chi ci protegge.

Amiamo senza riserva, come Dio stesso ci ama. Vestiamoci di pazienza, di coraggio e di perseveranza.

Il bene che ci adoperiamo di arrecare alle anime altrui risulterà utile anche all’anima nostra.

Poniamo i nostri cuori in Dio solo, per non più riprenderli. Egli è la nostra pace, la nostra consolazione, la nostra gloria. Anche noi, se saremo imitatori di Gesù, sostenendo tutte le battaglie della vita, parteciperemo ai Suoi trionfi”.

PREGHIERA per ottenere l’intercessione di San Pio 

O Gesù, pieno di grazia e di carità e vittima per i peccati, che, spinto dall’amore per le anime nostre, volesti morire sulla croce, io ti prego umilmente di glorificare, anche su questa terra, il servo di Dio, San Pio da Pietralcina che, nella partecipazione generosa ai tuoi patimenti, tanto ti amò e tanto si prodigò per la gloria del Padre tuo e per il bene delle anime. Ti supplico perciò di volermi concedere, per la sua intercessione, la grazia (esporre), che ardentemente desidero.

3 Gloria al Padre

2483956939dall’Epistolario di San Pio da Pietrelcina, il Santo innamorato della Santa Eucaristia

 

Annunci