Il Santissimo Nome di Maria: quando ancora una volta la Madre di Dio fermò l’invasione dei Turchi

santissimo-nome-di-mariaNel Martirologio Romano il 12 settembre è così caratterizzato:
Santissimo Nome della beata Vergine Maria: in questo giorno si rievoca l’ineffabile amore della Madre di Dio verso il suo santissimo Figlio ed è proposta ai fedeli la figura della Madre del Redentore perché sia devotamente invocata“. Dice San Antonio da Padova: “Il Nome di Maria, come il Nome di Gesù, è una gioia per il cuore, un favo di miele per la bocca, una deliziosa melodia per l’orecchio”. San Giovanni Bosco insegnava sempre: “Il Rosario è una continuazione di Ave Maria, con le quali si possono battere, vincere, distruggere tutti i demoni dell’inferno”.

La festa del Santissimo Nome di Maria ha una storia in un certo senso profetica. Nei giorni 11 e 12 settembre 1683, il re cattolico Giovanni III Sobieski con le truppe Polacche combattè e vinse definitivamente i Turchi che assediavano Vienna e minacciavano l’intera cristianità europea. I successi dei gran visir dell’Impero Turco, i quali avevano tra il 1669 ed il 1676 riconquistato gran parte dell’Europa orientale, sembravano oscurare la gloriosa vittoria che la Lega Santa aveva riportato un secolo prima, ovvero nella famosa battaglia di Lepanto del 1571.
Papa Innocenzo XI (1611 – 1689), pienamente cosciente del pericolo che le popolazioni europee correvano di fronte alla volontà del visir Kara Mustafa di sottometterle con la forza all’Islam, affidò il delicatissimo compito di formare una nuova alleanza tra regnanti cristiani ad un semplice predicatore rinomato per i miracoli che operava. Si trattava del cappuccino friulano Marco d’Aviano, al secolo Carlo Domenico Cristofori (1631 – 1699). Il Beato Marco d’Aviano, frate francescano, esortò gli eserciti cristiani invocando il Santissimo Nome di Maria e li spinse alla vittoria. Per questo motivo di giubilo il Beato Innocenzo XI, in rendimento di grazie, estese la festa del SS. Nome di Maria alla Chiesa universale. Il Papa era infatti convinto che la liberazione di Vienna, stretta dall’assedio dei Turchi, fosse stata un evento del tutto prodigioso e fosse stata ottenuta per l’intercessione di Maria, proprio il 12 settembre di quel lontano 1683. 

Il frate Marco D’Aviano considerato il Salvatore d’Europa, il 27 aprile 2003 è stato beatificato in Piazza S.Pietro a Roma, da papa Giovanni Paolo II. 

PREGHIERA DEL BEATO MARCO D’AVIANO A MARIA SANTISSIMA

O Maria Santissima! Mia padrona, nella tua benedetta fiducia, nella tua speciale protezione e nel seno della tua misericordia, mi raccomando oggi e tutti i giorni, e nell’ora della mia morte, la mia vita e il termine della mia vita a te affido affinchè, per i tuoi altissimi meriti e per intercessione tua, tutte le mie opere si facciano e si dirigano secondo la tua volontà e quella di tuo Figlio. Amen.

San Bernardo ci espone i segreti del Nome dolcissimo di Maria:

MARIA, STELLA DEL MARE
(meditazione di san Bernardo di Chiaravalle – II lettura dell’ufficio della Memoria)virgen2bmaria2bstella2bmaris2boracion2bpara2bpedir2bayuda2by2bamparo2bs
Diciamo ora qualche cosa su questo nome che significa: “Stella del mare” che sembra convenire perfettamente alla Vergine Madre. Molto felicemente ella viene infatti paragonata a una stella perché come la stella emette i propri raggi senza alterarsi, così la Vergine partorisce il Figlio senza alcun deterioramento fisico; né il raggio diminuisce il chiarore della stella, né il Figlio diminuisce l’integrità della Vergine.
Ella è dunque la nobile stella spuntata da Giacobbe, i cui raggi illuminano l’universo, il cui splendore rifulge nei cieli, penetra gli abissi e avvolge la terra e riscaldando più le menti che i corpi, alimenta le virtù e distrugge i vizi. Ella è la stella rilucente e meravigliosa che elevata sull’ immensità di questo mare splende radiosa per i suoi meriti e i suoi fulgidi esempi.
O tu che nelle vicissitudini della vita, più che camminare per terra hai l’impressione di essere sballottato fra tempeste e uragani, se non vuoi finire travolto dall’infuriare dei flutti, non distogliere Io sguardo dal chiarore di questa stella! Se insorgono i venti delle tentazioni se t’imbatti negli scogli delle tribolazioni guarda la stella, invoca Maria. Se vieni travolto dalle onde della superbia, dell’ambizione, della mormorazione, dell’invidia, della gelosia: guarda la stella, invoca Maria. Se l’ira, l’avarizia, la concupiscenza della carne scuotono la navicella della tua anima: guarda la stella, invoca Maria. Se turbato dalla gravità dei tuoi peccati, confuso per le brutture della tua coscienza, atterrito dal rigore del giudizio stai per venire risucchiato dal baratro della tristezza e dall’abisso della disperazione guarda la stella, invoca Maria. Nei pericoli, nelle difficoltà e nei momenti di incertezza, guarda la stella, invoca Maria. Il Suo Nome sia sempre sulla tua bocca. Abbila sempre nel cuore e se vuoi ottenere l’aiuto della sua preghiera, non tralasciare di imitarne gli esempi. Seguendo lei non andrai fuori strada, pregandola non dispererai, pensando a lei non sbaglierai. Se ella ti sostiene non cadrai, se ella ti protegge non avrai nulla da temere, se ella ti guida non ti affaticherai, se ti sarà favorevole giungerai alla mèta e così potrai sperimentare tu stesso quanto giustamente sia stato detto: “e il Nome della Vergine era Maria.”

Preghiere al Nome Santo di Maria783451652_1137186

(Onomastico della Madonna – 12 Settembre)

1. O adorabile Trinità, per l’amore con cui scegliesti ed eternamente Ti compiacesti del Santissimo Nome di Maria, per il potere che gli desti, per le grazie che riservasti ai suoi devoti, fa’ che esso sia anche per me fonte di grazia e di felicità.
Ave Maria….
Benedetto sempre sia, il Santo Nome di Maria. Lodato, onorato e invocato sempre sia, l’amabile e potente Nome di Maria. O Santo, soave e potente Nome di Maria, possa sempre invocarti durante la vita e nell’agonia.

2. O amabile Gesù, per l’amore con cui pronunziasti tante volte il Nome della tua cara Madre e per la consolazione che a Lei procuravi nel chiamarla per nome, raccomanda alle sue speciali cure questo povero tuo e suo servo.
Ave Maria….
Benedetto sempre sia…

3. O Angeli Santi, per la gioia che vi procurò la rivelazione dei Nome della vostra Regina, per le lodi con cui lo celebraste, svelatene anche a me tutta la bellezza, la potenza e la dolcezza e fate che io lo invochi in ogni mio bisogno e specialmente in punto di morte.
Ave Maria….
Benedetto sempre sia…

4. O cara Sant’Anna, buona mamma della Madre mia, per la gioia da te provata nel pronunciare tante volte con devoto rispetto il Nome della tua piccola Maria o nel parlarne con il tuo buon Gioacchino, fa’ che il dolce nome di Maria sia continuamente anche sulle mie labbra.
Ave Maria….
Benedetto sempre sia…

5. E Tu, o dolcissima Maria, per il favore che Dio Ti fece nel donarti Egli stesso il Nome, come a sua diletta Figlia; per l’amore che Tu sempre ad esso mostrasti concedendo grandi grazie ai suoi devoti, concedi anche a me di rispettare, amare ed invocare questo soavissimo Nome. Fa’ che esso sia il mio respiro, il mio riposo, il mio cibo, la mia difesa, il mio rifugio, il mio scudo, il mio canto, la mia musica, la mia preghiera, il mio pianto, il mio tutto, con quello di Gesù, affinché dopo essere stato pace del mio cuore e dolcezza delle mie labbra durante la vita, sia la mia gioia in Cielo. Amen.

Ave Maria….
Benedetto sempre sia…

Preghiera al Santo Nome di Maria – Sant’Alfonso Maria de’ Liguori

O potente Madre di Dio e Madre mia Maria,
è vero che non sono degno neppure di nominarti,
ma Tu mi ami e desideri la mia salvezza.

Concedimi, benché la mia lingua sia immonda,
di poter sempre chiamare in mia difesa
il tuo santissimo e potentissimo nome,
perché il tuo nome è l’aiuto di chi vive e la salvezza di chi muore.

Maria purissima, Maria dolcissima, concedimi la grazia
che il tuo nome sia da oggi in poi il respiro della mia vita.
Signora, non tardare a soccorrermi ogni volta che Ti chiamo,
poiché in tutte le tentazioni e in tutte le mie necessità
non voglio smettere di invocarti ripetendo sempre: Maria, Maria.

Così voglio fare durante la mia vita
e spero particolarmente nell’ora della morte,
per venire a lodare eternamente in Cielo il tuo amato nome:
“O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria”.

Maria, amabilissima Maria,
che conforto, che dolcezza, che fiducia, che tenerezza
sente l’anima mia anche solo nel pronunciare il tuo nome,
o soltanto pensando a Te!
Ringrazio il mio Dio e Signore che Ti ha dato per mio bene
questo nome così amabile e potente.

O Signora, non mi basta nominarti qualche volta,
voglio invocarti più spesso per amore;
voglio che l’amore mi ricordi di chiamarti ad ogni ora,
in modo tale da poter esclamare anch’io insieme a Sant’Anselmo:
“O nome della Madre di Dio, tu sei l’amore mio!”.

Mia cara Maria, mio amato Gesù,
i vostri dolcissimi Nomi vivano sempre nel mio ed in tutti i cuori.
La mia mente si dimentichi di tutti gli altri,
per ricordarsi solo e per sempre di invocare i vostri Nomi adorati.

Mio Redentore Gesù e Madre mia Maria,
quando sarà giunto il momento della mia morte,
in cui l’anima dovrà lasciare il corpo,
concedetemi allora, per i vostri meriti,
la grazia di pronunciare le ultime parole dicendo e ripetendo:
“Gesù e Maria vi amo, Gesù e Maria vi dono il cuore e l’anima mia”.

(Sant’Alfonso Maria de’ Liguori)

santo-nome-di-maria:
Fonti
Annunci