In carcere un famoso pittore e professore di yoga, leader di una setta satanica in Francia

Christian Ruhaut non è soltanto un famoso pittore che gode di una certa stima dentro e fuori la sua regione d’adozione. E’ anche un esimio professore di yoga. Nel corso degli anni, intorno a questo 68enne amienese, si era riunito un piccolo gruppo di seguaci dediti a pratiche sessuali con animali ed a pratiche violente sadomasochiste, che la giustizia sospetta fortemente di costituire una setta satanica.

Christian Ruhaut e la sua compagna Catherine, 63enne, (anche’ella imputata e attualmente detenuta), si erano stabiliti in un’incantevole dimora a Lizant, a sud del comune francese di Vienne, mentre il gruppo dei fedeli, composto da dirigenti e membri liberi professionisti, si era installato nel comune di Aumagne, tra Saint-Jean-d’Angély e Matha.

E’ là, nel cuore della Saintonge , che il gruppo, lontano da sguardi indiscreti, ha continuato le sue pratiche: scambismo, sistema di punizioni a carattere sovente sessuale, scatologia, (ciò che ha che fare con escrementi) e zoofilia. Stiamo parlando di pratiche con cani, asini e persino con le anguille…

Come spesso accade in ambito settario, è apparentemente per il denaro che il guru è crollato. Nel settembre 2013 un’adepta, ben presto seguita da una seconda, hanno accusato la coppia di aver loro estorto del denaro. Nel 2000 la seguace, avrebbe firmato un impegno iniziatico che la assoggettava alla volontà del guru: i membri del gruppo venivano spinti a sottoporsi a violente punizioni come parte di un rituale, e venivano obbligati a filmarli: lo scopo dei filmati era anche quello di avere prove con cui ricattare i seguaci che volessero eventualmente abbandonare la setta e rivelare gli orrori che avvenivano all’interno.  La donna, un medico di una cinquantina d’anni, gli avrebbe consegnato 600mila euro permettendogli di acquistare le proprietà di Lizant e di Aumagne. L’altra querelante, una logopedista, sarebbe stata alleggerita, secondo le sue affermazioni, di 100mila euro.

Dopo una lunga inchiesta condotta dalla polizia, la coppia è stata fermata e il 15 marzo 2016, incriminata e imprigionata. Gli inquirenti dispongono di una notevole quantità di video con le sessioni amorose tra gli adepti, le sanzioni inflitte ai “puniti”…

CONFERMATO L’ARRESTO IN PRIGIONE

Se al momento, la compagna di Christian Ruhaut non ha chiesto il suo rilascio, lui ha iniziato una procedura in tal senso. Un’udienza  ha avuto luogo ieri mattina, in assenza del principale interessato, davanti alla camera d’istruzione della Corte d’Appello di Poitiers. Ruhaut ha fatto sapere che nega ogni pressione e ogni violenza sui membri del suo gruppo di yogin. Dice che  costoro avrebbero fatto liberamente trasferimenti di fondi e attuato liberamente le pratiche sessuali più perverse e violente…Ma è evidente la totale sudditanza mentale dei seguaci nei confronti del guru ed anche la reticenza ed il clima di paura e soggezione negli adepti. Per questi motivi, l’avvocato generale Jean-Paul Garraud  vuole ricercare una nuova prova dell’influenza psicologica esercitata da Christian Ruhaut sui suoi discepoli e ha richiesto il protrarsi della detenzione, seguito dalla corte nelle sue richieste.

Il famoso pittore yogi resta in prigione.

FONTE ORIGINALE: SUD OUEST

http://www.sudouest.fr/2016/06/22/gourou-zoophilie-secte-et-echangisme-2409386-1236.php

 

Annunci