LA GENESI DEL FENOMENO UFO: operazioni magiche in ambito massonico- satanista

Lo scopo di questo articolo è quello di esaminare l’idea che il fenomeno UFO, iniziato “ufficialmente” nel 1947 con l’avvistamento di Kenneth Arnolds sulle Cascade Mountains, Washington, sia in realtà nato in seguito ad una serie di operazioni magiche compiute da alcuni occultisti.  Il fenomeno UFO è attivamente incoraggiato da alcune società iniziatiche massoniche occultiste.

L’Operazione Amalantrah

20130510220455aleister_crowley_golden_dawn
Aleister Crowley

Riverito nei circoli occultistici come maestro di Alta Magia e materie occulte, massone nell’ ordine dell’O.T.O. (Ordo Templi Orientis), Golden Dawn, Argenteum Astrum, collaboratore e sostenitore nella fondazione  della Wicca o stregoneria moderna, Aleister Crowley si autodefiniva la personificazione dell’Anticristo, per il suo odio anticristiano ed anche per il suo desiderio di entrare in contatto coi demoni. Sicuramente maestro nel pubblicizzare se stesso e nelle sue posizioni provocatorie, egli adottò il 666 come proprio numero magico ed abbracciò  l’epiteto greco di “To Mega Therion”, (La Grande Bestia). Mago, maestro Yogi, medium, dipendente da droghe ed evocatore di demoni, cultore di magia sessuale e di ogni tipo di magia, la sua eredità attrae tutt’oggi molti nuovi adepti al satanismo e all’occultismo, falsamente colpiti dal suo alone di mistero, in realtà un inganno solo altamente distruttivo.

Vi potete chiedere cosa abbia a che fare con gli extraterrestri il padre del satanismo moderno, Aleister Crowley, che amava definirsi ateo, pur avendo fatto di entità demoniache il proprio idolo e la propria ossessione.

La risposta si trova in un disegno realizzato dallo stesso Crowley nel 1918. Esso mostra un’intelligenza aliena con cui egli entrò in contatto durante una serie di evocazioni magiche chiamate “Operazioni Amalantrah” e realizzate a New York durante tre mesi del 1918.

Crowley era solito abbozzare le sembianze degli esseri che incontrava durante le sue evocazioni per aggiungerle ai dettagliati diari scritti che compilava per tutte le sue operazioni magiche.

Le Operazioni Amalantrah furono parte di ciò che Crowley definì “La grande Opera”; la coltivazione volontaria della “crescita spirituale attraverso le arti magiche”, in funzione di una perfetta evocazione medianica di demoni ,per ottenerne presunti poteri.  Secondo lui parte della Grande Opera implicava “l’instaurazione di contatti con intelligenze non umane” – in altre parole, con esseri che non erano di questo pianeta , extraterrestri.

lam
LAM, ritratto da Aleister Crowley

Lo scopo delle invocazioni Amalantrah, per ammissione dello stesso Crowley, fu quello di aprire un portale interdimensionale che gli avrebbe permesso di accedere ad esseri di altre dimensioni. Uno degli esseri che venne attraverso questo portale, quello che Crowley descrisse nel suo disegno, fu chiamato LAM. Il volto descritto nel disegno ha una sorprendente somiglianza con l’odierno e popolare concetto di Alieno Grigio.

L’immagine di LAM può certamente essere considerata genuina,in quanto ha una sua storia verificabile. Effettivamente Crowley incluse il ritratto di LAM nella sua rappresentazione “Esibizione delle Anime Morte ” tenuta al Greenwich Village ,a New York,nel 1919. Esso fu anche usato come illustrazione nel libro di Helena Petrovna Blavatsky “La Voce del Silenzio”, pubblicato lo stesso anno!  La Blavatsky  fu la famosa medium che tanto influenzò Hitler e il nazismo occultista, inoltre fu la fondatrice della Società Teosofica . Sotto l’immagine Madame Blavatsky scrisse: “Lam è la parola Tibetana per Via o Sentiero, e LAMA è Colui che Va, il titolo specifico per gli Dei dell’Egitto, Colui che percorre il Sentiero, nella fraseologia Buddhista.”

La Blavatsky aveva molti punti in comune con Crowley, vediamo quali.

Il primo a diffondere l’idea di “marziani” alle masse è H.G. Wells con il romanzo “La guerra dei mondi” del 1898. H. G. Wells era membro della Golden Dawn, quindi massone occultista come Aleister Crowley.

La Golden Dawn è una società nata nel 1887 che si ispirava agli ideali dei Rosacroce e che si proponeva di praticare in modo efficace la magia. Il primo tempio della Golden Dawn si chiamava “Isis-Urania” e vi si praticava il culto di Iside secondo le istruzione che H.P. Blavatsky scrisse nel 1877 nel libro “Iside svelata“.

blavatsky
La medium Helena Petrovna  Blavatsky

Alcuni non amano definire la Blavatsky una satanista, ma lasciamo dirlo a lei, citando dei brani dal suo libro “La Dottrina Segreta” [Milano, Bocca, 1953, pp. 383,384, 400] in cui definisce Satana “il Dio, il solo Dio del nostro pianeta” e prosegue “la Chiesa maledicendo Satana […] maledice Dio“.

La società massonica Golden Dawn comprendeva tre ordini di cui il secondo si chiamava “Ordine della Rosa rossa e della Croce d’oro“. A capo della società vi erano i “Superiori Incogniti” che secondo il massone Jean-Pierre Bayard sono degli esseri invisibili che, senza corpo fisico, trasmettono però dei poteri a degli adepti“…

La Golden Dawn intratteneva stretti rapporti con la “Stella mattutina” un’esclusiva società luciferina legata a sua volta alla Società Teosofica e all’ OTO, l’Ordo Templi Orientis. Non a caso la fondatrice della Società Teosofica è la stessa H.P. Blavatsky mentre l’OTO è una società che trae ispirazione dai Rosacroce e dagli Illuminati e in cui si praticava una magia sessuale chiamata magia rossa o tantrica. E l’ispiratore ne fu sempre Crowley.

Quando l’Operazione Amalantrah fu completata Crowley si assicurò di sigillare il portale che aveva usato per permettere l’accesso di Lam al nostro mondo.

kenneth-grant
Kenneth Grant, successore di Crowley nell’Ordo Templi Orientis

Il disegno originale di Lam fu affidato, nel 1945, a Kenneth Grant, uno dei più brillanti studenti di Crowley e suo successore come Capo dell’O.T.O nello stesso anno. L’interesse di Grant per il fenomeno CETI (Contatto con Intelligenza Extraterrestre) è stato duraturo e la sua posizione come capo dell’O.T.O. lo ha reso in grado di perseguire e sviluppare questo interesse tra i membri della sua organizzazione.

Nel 1955 Grant annunciò la scoperta di un pianeta trans-plutonico chiamato Iside. Fu in questo tempo che stabilì un ordine chiamato Loggia Nu-Iside con lo scopo (tra gli altri) di contattare le più elevate intelligenze non umane.

La storia procede fino al 1980, quando Grant sostenne di aver ricevuto dei “messaggi” che lo portavano a concludere che il ritratto di Lam realizzato da Crowley poteva essere usato per fornire un punto focale per l’energia extraterrestre originariamente evocata nel 1918.

Non è chiaro perché a Grant servì così tanto tempo per realizzare ciò, quando è comune, nei circoli occultistici, utilizzare tali oggetti come punto di focalizzazione. Probabilmente la scala dei riti magici doveva essere aumentata per permettere al potenziale Lam di essere pienamente realizzato.

Per promuovere e regolare l’utilizzo del ritratto tra i membri della sua società Grant scrisse un testo chiamato “The Lam Statement”. Lo scopo di ciò era “regolarizzare il modo di rapporto e costruire una formula magica per stabilire una comunicazione con Lam”. Questo coincideva con la creazione di Grant di una seconda suddivisione dell’O.T.O., “Il Culto di Lam”. L’invocazione di LAM o degli esseri che noi conosciamo come ALIENI GRIGI fu così ufficialmente approvata dall’O.T.O.

Nonostante Crowley sia stato meticoloso nel sigillare il portale aperto nel 1918, gli occultisti continuatori d Crowley asseriscono che le entità Lam avrebbero continuato ad entrare attraverso il portale da lui creato. Come mai? Per rispondere a questa domanda dobbiamo esaminare le attività di due altri occultisti molto noti.

Le Operazioni Babalon

babalonbunch
A.Crowley, Jack Parsons e Ron Hubbard fondatore di SCIENTOLOGY

Due studenti di Crowley durante i suoi anni finali furono L.Ron Hubbard che più tardi fondò il movimento di Scientology ed il pupillo di Crowley, Jack Parsons (anche lui ,come Crowley, amava definirsi l’Anticristo) che fondò il “Jet Propulsion Laboratories”.

Entrambi studiarono estensivamente l’opera di Crowley, specialmente quella in relazione ai portali interdimensionali che il Maestro aveva creato usando la sua ” conoscenza occulta”.

Così nel 1946 Hubbard e Parsons iniziarono ciò che nei circoli occultistici è conosciuto come “Le Operazioni Babalon”. L’intenzione era quella di usare la “magia sessuale” per creare un “figlio” nato dall’unione coi demoni evocati. Essi avrebbero poi “richiamato” il bambino spirituale e lo avrebbero diretto nell’utero di una femmina volontaria (Marjorie Cameron che successivamente divenne moglie di Parson) in cui si sarebbe manifestato come “umano” dopo l’usuale periodo di nove mesi di gestazione. Nascendo, questo bambino avrebbe incarnato le forze di Babalon – la Donna Scarlatta della Rivelazione di Crowley,che nei circoli occultistici simboleggia l’alba dell’Eone di Horus, la Nuova Era (New Age) che dovrebbe sostituire l’era cristiana, distruggendo il Cristianesimo (altra ossessione di Crowley).

rosemary-s-baby-original-imae2zf6hxz5syupL’operazione Babalon fu poi commissionata a Roman Polansky affinché ne facesse un film. Il  regista girò infatti Rosemary’s baby, con la partecipazione di Anton LaVey, fondatore della Chiesa di satana in California nel 1966.

Le Operazioni Babalon non solo riaprirono il portale, ma ne aumentarono l’intensità rendendolo altamente instabile. Esse furono ben documentate in diari dalla cui lettura molti desumono l’incapacità dei due a chiudere il portale che avevano riaperto e che sembrava essere sfuggito al loro controllo.

E’ interessante considerare la concomitanza tra la riapertura del portale  da parte di Hubbard e Parsons e l’onda di “presunte” attività extraterrestri ed avvistamenti UFO che iniziarono con l’avvistamento di Kenneth Arnolds di nove “dischi volanti argentei” sulle Cascade Mountains nel Giugno del 1947 e l’incidente di Roswell, accaduto un mese dopo, e dove si suppone che “alieni presumibilmente di tipo Grigio si siano schiantati in un disco volante.”  Da notare che tutti questi avvistamenti avvennero in concomitanza, e sempre in America, la patria della New Age!

E non sono coincidenze : è evidente che la genesi del “fenomeno UFO” si deve  ad operazioni magiche in ambito massonico occultista, di conseguenza anche tutte le “teorie ufologiche”, che seguirono a questi primi fatti , sono scaturite da un certo tipo di strategia, che si stava imponendo già da allora. Crowley era in contatto quotidiano con il suo demone personale Aiwass,che gli dettò, tramite scrittura automatica,il famoso “Libro della Legge”. E’ in questo libro che Crowley parlò dettagliatamente dei demoni che evocava. Aiwass profetizzò anche qualcosa che Parsons, in seguito, individuò negli U.F.O… Così si spiega l’affermazione di Parsons, il pupillo di Crowley ,rinvenuta grazie alla pubblicazione nel 1973 dei rituali dell’OTO, in cui spiegava che i dischi volanti avrebbero giocato una parte nel convertire il mondo alla “crowleyanità”.

Crowley si dichiarava ateo, è vero, ma siamo sicuri che lo fosse veramente?

Per rispondere a questa domanda, lasciamo la parola a Crowley stesso.

2v83jf8
A.Crowley e l’occhio onniveggente di Horus

Nel libro The Confessions of Aleister Crowley (Le Confessioni di Aleister Crowley) troviamo una trentina di fotografie che mostrano Crowley in una varietà di abiti e di attività, inclusa una del 1910 che lo immortala con il copricapo di Horus, mentre fà con i pollici il «Segno di Pan» (il dio caprone cornuto), e un autoritratto del Maestro Therion(Crowley) nelle vesti della Bestia 666, una personificazione nella quale Crowley si riconosceva e che non ha mai abbandonato, ma piuttosto coltivato, in tutta la sua vita. Non può esserci il minimo dubbio che Aleister Crowley si considerasse come l’incarnazione fisica della Bestia 666 di cui si parla nella Bibbia, e quindi, coerentemente al suo pensiero, Crowley adorò il Baphomet, il dio della Massoneria occultista dalla testa caprina a lungo associato a Satana, considerando allo stesso tempo Aiwass, la sua guida spirituale, una manifestazione diretta del suo satanico “Angelo Custode”.

Per non parlare delle invocazioni sataniche ,che pubblicò come poesie ,nel libro Magick, dove Satana viene invocato da Crowley come “padre”.Cfr. A. Crowley, Magick, Astrolabio, Roma 1976, pag. 434

Il Culto di Lam

magickal-stories-lam-1413422556683
Brian Butler e il Culto di Lam

Il Culto di Lam, a tutt’oggi, continua ad incoraggiare i suoi membri ad “invocare Lam“, quindi trattasi di vere evocazioni di demoni, secondo i riti di Crowley.

Lo afferma anche il chitarrista Brian Butler, seguace di Crowley, che asserisce  di aver avuto “contatti con i demoni LAM O ALIENI GRIGI” seguendo i rituali dei testi di Aleister Crowley…Chi partecipa ai suoi concerti, dice Butler, verrà coinvolto in questo “rituale di operazione Babalon dal vivo”…lo scopo ultimo del rituale/ concerto dal vivo è la possessione demoniaca, che lo si voglia o no…

Fonte:

https://www.vice.com/read/magickal-stories-lam

 

Kenneth Grant ha dichiarato: “Lam è un Grande Antico il cui archetipo è riconoscibile nei racconti sugli occupanti degli UFO.” Il Lam (o Grigio) continua ad essere evocato dal Culto di Lam ed incoraggiato ad interagire con l’umanità al fine di favorire lo “sviluppo spirituale del genere umano“, cioè il contatto “channeling “coi demoni.

Sul tema dell’invocazione a Lam, Grant dichiara: “Fissare gli occhi di questa entità è invitare un potente contatto. Si avverte un’immediata sensazione di leggerezza, di assenza di peso, e poi una sensazione di caduta… di essere risucchiati in un vortice…”. Queste esperienze sono molto simili alle testimonianze fornite dai contattisti, che asseriscono di avere avuto incontri con Alieni Grigi.

Nel suo “Outside the Circles of Time” Grant scrive:

”Alcuni credono che il fenomeno UFO sia una parte del “miracolo”, e una crescente massa di prove sembra suggerire che entità misteriose sono presenti all’interno dell’atmosfera terrestre da tempo immemorabile e che un numero sempre maggiore di persone nascono con l’innata capacità di vedere, o in qualche modo percepire la loro presenza… Quelle che un tempo erano le preghiere per un intervento divino sono ora divenute un’invocazione ad entità extraterrestri o interdimensionali, a seconda se le manifestazioni siano intese accadere all’interno della coscienza umana, o all’esterno di essa, invocazioni rivolte a entità apparentemente oggettive ma spesso invisibili.

La Loggia Nuova Iside possiede nei suoi archivi i sigilli di alcune di queste entità. I sigilli provengono da un grimoire di origine sconosciuta che forma una parte dell’oscura qabalah di Besqul, localizzata dai maghi nel Tunnel di Quliefi. Il grimoire descrive Quattro Porte di ingresso extraterrestre nel e dall’Universo conosciuto.”

Grant si riferisce a una forma di ritualità magica praticata da gruppi come la Golden Dawn e l’Ordo Templi Orientis (O.T.O.). I “Sigilli” sono composti da linee e diagrammi che rappresentano le firme di entità accessibili ad un mago addestrato che abbia familiarità con le “chiamate Enochiane” ed altri metodi di evocazione degli “spiriti”. Un grimoire è un elenco di tali sigilli ed un manuale per il loro uso.

E’ EVIDENTE , dalle parole stesse di Grant, successore di Crowley nell’O.T.O., che nei misteri ufologici non vi sia in realtà alcun mistero: fin dall’inizio, cioè da Crowley, primo “contattista UFO”, furono operazioni di evocazioni medianiche con conseguenti manifestazioni demoniache. 

Si sa che i demoni si sanno travestire da “angeli di luce , per ingannare l’umanità (II Corinzi 11,14-15).

Annunci