Incubo Scientology: sindaco scientologo licenzia l’assessore per le critiche a Scientology…

Resana, il sindaco Loris Mazzorato toglie le deleghe all’assessore dissidente per le critiche al convegno con Scientology : «Discriminazione religiosa»,dice lui…o invece il suo è ABUSO DI POTERE ?

imageRESANA. Mazzorato toglie le deleghe all’assessore dissidente Luisella Pellizzer, tra le motivazioni anche la “discriminazione religiosa”: tutto sta in un passaggio del lungo “j accuse” pronunciato il 31 maggio 2016 dell’ormai ex assessore alla cultura, personale e attività produttive che tra le incomprensioni tra lei e il sindaco aveva segnalato anche l’organizzazione di “un evento di Scientology” a sua insaputa. Evento che aveva fatto tremare la maggioranza di Mazzorato.  «Questa è una mia motivazione strettamente personale – spiega il sindaco che non ha mai nascosto di essere seguace aver fatto propri degli insegnamenti di Ron Hubbard il fondatore della setta di Scientology– quello non era un incontro di Scientology, bensì sui diritti umani, tra cui c’è anche la libertà religiosa. Definendolo così voleva invece sottolineare una questione che aveva suscitato l’attenzione dei media nazionali. Per me non c’è stato nessun problema ad ammettere la mia vicinanza a Scientology, ma è chiaro che sottolineandolo in quel contesto si voleva rimarcare la cosa. Lo scopo era chiaro…»

Pronta la replica di Pellizzer: «In quel contesto volevo rimarcare solo che era stato organizzato un evento senza consultarmi. Una delle tante cose che non erano state condivise all’interno della giunta. E credo che tutti lo abbiano capito». Venendo invece alle motivazioni politiche Mazzorato ha considerato gravi le recenti prese di distanza dall’indirizzo della giunta: «Credo che non possa continuare una collaborazione con chi prima vota l’aumento delle indennità agli assessori e poi invece vota per una loro riduzione o che mette dubbi sulle erogazioni alle associazioni sportive: comunque nell’ultima riunione di giunta le abbiamo esplicitate nei particolari». La comunicazione ufficiosa è avvenuta ieri mattina al termine dell’ultima riunione di giunta a cui ha partecipato Pellizzer, che aveva mantenuto gli incarichi nonostante fosse chiaro che ormai la frattura fosse definitiva.

Già all’indomani del suo abbandono dell’aula consiliare che aveva visto la maggioranza andare sotto, i colleghi assessori avevano chiesto al sindaco il ritiro delle deleghe. Forse nella speranza di ricucire lo strappo Mazzorato aveva preso tempo, ma di fronte all’esplicita presa di distanza avvenuta nel consiglio del 31 maggio, dove Pellizzer aveva votato a favore del bilancio consuntivo ma poi ponendosi a fianco delle richieste dell’opposizione, non aveva altre strade. Al momento non è previsto un rimpasto: Mazzorato terrà per se’ le deleghe che erano di Pellizzer: «Non si era detto che la giunta costava troppo dopo l’aumento delle indennità? Bene, in questo modo risparmiamo».

 

FONTE: LA TRIBUNA DI TREVISO

http://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2016/06/07/news/discriminazione-religiosa-via-le-deleghe-1.13619863

 La denuncia dello stilista Lugli

«Ero un capo di Scientology e vi dico la verità sulla setta. E’ doveroso far conoscere anche al vasto pubblico italiano la malvagità criminale dell’attuale Leader di Scientology David Miscavige e dei suoi degni collaboratori/complici.»

 

schermata-08-2456164-alle-01-54-40Le accuse non provengono da una persona qualsiasi, ma da una figura di primo piano di Scientology, che dal 1974 ha percorso «tutti gli stati di consapevolezza», fino ad arrivare a quello massimo denominato «OT8». Lui è Claudio Lugli, uno stilista molto apprezzato, un creativo della moda che ha vestito celebrità del calibro di Miles Davis, Pino Daniele e divi del cinema seguaci di Scientology, come John Travolta e Chick Corea, oltre al controverso e carismatico David Miscavige, leader della Chiesa fondata da Hubbard. °°°°°°°° Oggi, però, abbiamo deciso di chiudere con l’organizzazione guidata da Miscavige. Non è stata una decisone facile, perché non è mai semplice scoprire una verità che lascia svanire «in un solo colpo 36 anni di dedizione a dei valori che sono stati calpestati e utilizzati per motivi di potere personale e per avidità di danaro °°°°°°°° I ragazzi sono costretti a lavorare anche 20 ore al giorno: viene dato loro un alloggio modesto e 20 dollari alla settimana. Ma quando si parla di lui, di Miscavige, le cose cambiano… una nostra amica ha lavorato per anni alla “Linea dei Servizi Personali”. È  riservata solo a Miscavige e a sua moglie. Mentre i seguaci della setta fanno letteralmente la fame, lui di norma spende più di 1.000 dollari a settimana solo per il cibo. °°°°°°°° La signora Renata aggiunge: «secondo le intenzioni di Hubbard, i soldi dei fedeli dovevano servire per diffondere il Credo di Scientology, non per i vizi e il lusso di chi sta al vertice della Chiesa. Hubbard non ha mai vissuto con lo stile di vita e il lusso ostentato di Miscavige, e questo dimostra quanto siano stati traditi gli ideali originari». °°°°°°°°° E che dire poi, di quell’altro fedele, Richie Acunto, premiato con il titolo di “Diamond Meritorius” per aver donato, in un solo colpo, qualcosa come 10 milioni di euro a favore delle “Org”? Richie è un amico di famiglia, ed è lui che ha sposato civilmente mio figlio Tiziano e sua moglie Jamie, e parte di quei soldi sono stati usati da Miscavige per assoldare 50 investigatori privati che hanno messo per mesi sotto assedio l’abitazione di mio figlio, perché colpevole di aver abbandonato la setta. Richie Acunto è poi fallito con la sua “Survival Insurance”, una grossa compagnia di assicurazioni, ma questo, ovviamente, è un particolare che non interessa a Miscavige. °°°°°°°° Alcuni ex dirigenti offrono una visione senza precedenti sui livelli più alti di questa organizzazione. Rivelazioni che provengono da figure di rango molto elevato, che hanno rotto il muro dell’omertà e rilasciato interviste pubbliche. Come Tom De Vocht, che per anni ha diretto il «quartiere generale spirituale della Chiesa a Clearwater»; o Amy Scobee, chiamata a creare il network riservato alle celebrità di Scientology: una figura chiave, che aveva rapporti quotidiani con divi dello spettacolo del calibro di John Travolta, Tom Cruise e Katie Holmes. E, ancora, dirigenti come Marty Rathbun, il secondo in comando, che ha lavorato per una vita a fianco del leader carismatico David Miscavige, occupandosi delle questioni legali; e Mike Rinder, per più di 20 a capo dell’Ufficio Affari Speciali (Osa): scappati da Scientology, hanno deciso di rilasciare interviste durissime come quelle al quotidiano St. Petersburg Time, in cui rivelano i metodi utilizzati da David Miscavige, divenuto alla morte di Ron Hubbard, nel 1986, leader indiscusso di Scientology. °°°°°°°° Secondo le accuse degli ex dirigenti «la violenza fisica è una realtà che permea Scientology». Mike Rinder arriva addirittura ad affermare di «essere stato picchiato una cinquantina di volte da Miscavige». Rathbun, Rinder e De Vocht ammettono di avere a loro volta picchiato altri dirigenti di Scientology, per «dimostrare al capo di che pasta eravamo fatti». La gente verrebbe maltratta e picchiata, secondo De Vocht, senza un motivo apparente. LA DENUNCIA Esiste una lista di persone maltrattate. Gli ex scientologists Rathbun e Rinder la rendono pubblica. LE VITTIME Marc Yager, aggredito venti volte: «Era come un sacco della boxe»; Guillaume Lesevre, maltrattato dieci volte, e Ray Mithoff, che Miscavige colpiva regolarmente alla testa, prendeva per il collo e sbatteva a terra.COLPITI E UMILIATI Dicono gli ex: «Non era tanto il dolore fisico, quanto l’umiliazione. Non puoi difenderti» °°°°°°°°° Ma la perversione di Miscavige non conosce limiti: come un novello Caligola, celebre per aver nominato senatore il suo cavallo, così lui ha deciso di “dare i gradi” al suo cane, un barboncino, nominandolo Capitano. E così se ti abbaia contro, questo è sintomo che tu sei “fuori etica”, per cui vieni punito». °°°°°°°°° E che dire poi del buco? Un luogo in cui le persone vengono trattenute contro la propria volontà, anche per delle settimane intere, in un’atmosfera di intimidazione e di prigionia, costretti a mangiare a dormire per terra, con la costante presenza di guardie armate; un posto cintato con tanto di sensori di movimento, cancelli chiusi e un sistema di videosorveglianza, sotto la costante minaccia di azioni violente, sottoposti a maltrattamenti mentali e fisici e a degradazioni della peggior specie. °°°°°°°°

Fonte  https://indipendologo.wordpress.com/2012/08/24/claudio-e-renata-lugli-libero/

Annunci