DOCUMENTO DI SCOMUNICA: “DELITTO DI SCISMA”PER LA CHIESA DI GALLINARO

comunicato scomunica gallinaroPapa Francesco ha scomunicato i fedeli della Chiesa universale del ‘Bambino Gesù di Gallinaro’

Frosinone – La comunicazione ufficiale è arrivata dalla Santa Sede ed è piombata sulla diocesi di Cassino-Sora-Pontecorvo provocando una sorta di terremoto: il Santo Padre ha infatti scomunicato i fedeli del “Bambinello di Gallinaro” che, secondo quanto accertato dal Vaticano, e soprattutto da alcune indagini giudiziarie, farebbero parte di una vera e propria setta con a capo Samuele Morcia,ex insegnante di Parma, responsabile della divisione di tante famiglie,  Samuele Morcia 1

artefice e responsabile di sofferte separazioni, Samuele il profeta anti Papa Francesco che raccoglie denaro dai fedeli per costruire il “tempio Arca” per rifugiarsi dall’imminente apocalisse…ecco qua il progetto tempio Arca, servizio TG1 

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-dc3f566a-27a1-4cfb-bd7f-e0acfaec4893.html

MA RICORDIAMO CHE ANCHE LA SEDICENTE VEGGENTE GIUSEPPINA, nuora del santone Samuele, era stata già bollata come falsa veggente dal Cardinal Ratzinger nel 2001, vedere attentamente la documentazione su questa setta apocalittica scismatica: https://noalsatanismo.wordpress.com/2016/04/22/sono-la-reincarnazione-di-cristola-setta-di-gallinaro-contro-papa-francesco/

In ogni chiesa della Diocesi di Sora, Cassino, Aquino e Pontecorvo, oggi, Domenica 5 giugno 2016, il celebrante ha dato lettura del seguente testo ai fedeli riuniti.

Il gruppo denominato “Bambino Gesù di Gallinaro” o “Nuova Gerusalemme” è impegnato a diffondere in diverse località dottrine falsamente religiose e insegnamenti biblici distorti ed estranei alla verità dei testi sacri. A tale proposito si richiama la Notificazione della Curia diocesana in data 9 ottobre 2001 con la quale la Diocesi prendeva le distanze da ogni coinvolgimento o approvazione del suddetto fenomeno religioso.

La posizione dottrinale di tale gruppo è dichiaratamente contraria alla fede cattolica, in quanto obbliga i fedeli a non frequentare i sacramenti, a disapprovare gli insegnamenti e la stessa autorità del Papa, a non avere relazioni con i sacerdoti e le rispettive comunità parrocchiali, a trasgredire la disciplina ecclesiastica.

Tale gruppo pseudo-religioso in data 4 ottobre 2015 si è costituito come sedicente “chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme”. Tale gravissimo abuso, sottoposto all’esame della Congregazione della dottrina della fede, competente in materia, richiede che tutti i fedeli siano informati sugli errori dottrinali di tale atto scismatico, e sulle conseguenze disciplinari canoniche che ne derivano.

Pertanto, al fine di salvaguardare l’integrità della fede, della comunione ecclesiale, e dell’azione pastorale della Chiesa a favore del popolo di Dio

si rende noto

che le iniziative della sedicente organizzazione pseudo-religiosa denominata “chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme” sono in assoluta opposizione alla dottrina cattolica, e pertanto nulla hanno a che fare con la grazia della fede e della salvezza affidate da Gesù Cristo alla Chiesa fondata sulla salda roccia dell’apostolo Pietro.

Si invitano tutti i fedeli al dovere della vigilanza e del saggio discernimento per evitare ogni forma di coinvolgimento in tale movimento pseudo-religioso.

Si rammenta che i fedeli che aderiscono alla suddetta sedicente “chiesa” incorrono ex can. 1364 del Codice di diritto canonico nella scomunica latae sententiae per il delitto canonico di scisma (cfr. Art. 2 § 1 SST)”.

Sora, 29 maggio 2016

Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo

I Vicari Generali

Mons. Antonio Lecce

                                                                                              Mons. Fortunato Tamburrini

Fonte: http://www.soraweb.it/gallinaro-il-papa-ha-scomunicato-la-setta-del-bambinello/

pigeoninbasilica-600px_-600pxTestimonianza della ex seguace PAOLA FOLLACO

Mi chiamo Paola Follaco e vivo nella città di La Spezia. Sentii parlare per la prima volta di Gallinaro e dei fatti relativi a quel luogo nel 1997 da una mia ex compagna di scuola, che rividi dopo molto tempo e questo incontro accadde dopo pochi giorni che io ero stata dimessa dall’ospedale in cui dopo una snervante serie di esami mi diagnosticarono la sclerosi multipla, patologia per la quale sono ancora in cura con terapia salvavita. Da quel giorno incontravo questa mia amica dappertutto ed ogni volta mi parlava di quel posto ed insisteva affinchè io mi recassi là e parlassi con Giuseppina della quale mi narrava la sua storia e la sua missione affidatale dal cielo. Per farla breve mi recai in quel luogo per la prima volta nel marzo 1999, tendo a precisare che il marito di questa mia amica era il capogruppo per la città di La Spezia. Quella volta provai entusiasmo forse perchè era la prima volta che mi recavo ad un…chiamiamolo pellegrinaggio. Quel giorno la…veggente non riceveva nessuno perchè era la domenica delle Palme. Vi ritornai nel giugno dello stesso anno e da allora per ben un anno tutti i mesi venne anche mio marito. Quando mi trovai di fronte a Giuseppina le parlai della mia malattia ma non chiesi guarigione, chiedevo solo la forza per andare avanti e lei mi rispose che sarei guarita. Questo non è mai accaduto, ma ormai ero nel vortice, il capogruppo mi convinse a testimoniare, erano riusciti a convincermi che ero guarita.

Comunque non passò molto tempo che incominciai a notare cose strane e le cominciò a notare pure mio marito. I capigruppo ci facevano sentire sempre il fiato sul collo, controllavano tutto quello che veniva detto, non si poteva assolutamente parlare di altri luoghi di culto tipo Lourdes, e non si poteva parlare neppure di altri veggenti. Poi il famoso libriccino distribuito tra i seguaci, che uno si doveva guadagnare ovviamente facendo tutto quello che dicevano i capigruppo e andando più spesso che si poteva in quel luogo perchè “solo lì c’era la salvezza”. Mi insospettì il fatto che Giuseppina radunava presso di sè tutti i capigruppo per parlare in gran segreto quando noi pellegrini eravamo già sul pullman per il viaggio di ritorno e spesso dovevamo attendere a lungo prima di ripartire mentre se uno di noi ritardava a salire sul pullman veniva aspramente rimproverato.

Un’altra cosa che non mi piacque ed anzi mi inquietò fu quando un giorno vidi arrivare una Mercedes lussuosissima nera con tutti i vetri oscurati quasi neri che si fermò davanti alla cappellina e chi scese da quella macchina? Giuseppina…..ma se era così semplice perchè era arrivata con quel mezzo? Poi non c’erano sacerdoti, tutto era gestito da questi capigruppo, c’era tantissimo fanatismo verso Giuseppina, le persone alle volte mi parevano sotto effetto di una droga. Poi un giorno il capogruppo di La Spezia ci lasciò esterrefatti quando all’improvviso disse che bisognava pregare affinchè il sogno di Giuseppina si realizzasse altrimenti tutto sarebbe fallito……ma insomma era un progetto di Gesù o di Giuseppina? Le testimonianze erano sempre le stesse e pilotate, il gruppo del Rosario non cresceva anzi si disperse completamente. Ora non esiste più ho saputo, perchè vanno alle assemblee del santone Samuele che fortunatamente non ho mai conosciuto. Anche ad una mia amica che veniva giù con me e a mio marito Giuseppina aveva detto che sarebbe guarita, MA QUESTO NON E’ MAI SUCCESSO.

Ci ero rimasta molto male ma dovetti rendermi conto che non era una veggente. Secondo me dietro c’è del losco e dentro tutta la famiglia. Mi dispiace per tutti coloro che ci sono caduti e per quelli che ancora non ne sono usciti: il consiglio che do a tutti è quello di diffidare di tutto ciò che è contrario all’insegnamento della Chiesa e non farsi intrappolare dalle false chimere. Ora poi con Samuele peggio che andare di notte. Comunque già quando andavo là sentivo spesso parlare i capigruppo di un tempo in cui non si sarebbe più andati in chiesa e ci si sarebbe riuniti in luoghi segreti e chi non andava in quel posto Gallinaro non si sarebbe salvato. Adesso ho tutto chiaro nella mente e prego affinchè si apra la mente di tanti altri che sono ancora schiavi.

Grazie a chi leggerà queste parole ed un abbraccio a tutti e tutte.

Annunci